Quanto è efficace la clonidina per il ritiro dell’opio?

Clonidine per il ritiro dell’opia è estremamente efficace perché allevia molti sintomi secondari associati alla disintossicazione dell’oppio. Questo farmaco è stato inizialmente introdotto per curare l’ipertensione e l’alta pressione sanguigna, ma i medici hanno trovato ulteriori usi per il farmaco che sono stati estremamente vantaggiosi, soprattutto quando si utilizza clonidine per trattare il prelievo di oppiacei. Alcuni sintomi sono una versione avanzata di come l’ipertensione influenza il corpo e questo farmaco è prescritto a entrambi i tipi di pazienti con l’intento di alleviare il disagio e minimizzare i sintomi.

I sintomi di solito includono, ma non sono limitati a, starnuti, occhi acquosi, ansia, frequenza cardiaca rapida, diarrea, nausea, insonnia, sudorazione e pressione alta. La clonidina per il ritiro dell’opio può alleviare alcuni di questi sintomi, ma la gente spesso usa anche i farmaci over-the-counter. Alcuni di questi farmaci sono farmaci anti diarrosi, antiacidi, sonnolenza e riduttori di febbre.

Un paziente deve rivelare tutte le informazioni mediche al proprio medico prima di prendere clonidina per il ritiro degli oppiacei, in particolare altri farmaci presi, gravidanza e tutte le allergie note. Questo farmaco può causare effetti collaterali tra cui la bocca secca, stanchezza, costipazione e mal di testa. Gli antidepressivi possono anche influenzare l’uso della clonidina e dovrebbero essere discussi con un medico.

Il ritiro dell’Opiate si verifica normalmente dopo che è stato concluso un uso prolungato di farmaci a base di oppio. I più comuni di questi farmaci sono l’eroina, il metadone e i farmaci per il dolore che presentano dosi elevate di oppiacei. Le piante di papavero producono un fluido nei semi sottosviluppati chiamati oppio, che possono essere convertiti in questi diversi farmaci. Il tasso che un opioio raggiunge il cervello dipende da come viene consumato e colpisce immediatamente i recettori che aumentano il piacere e riducono il dolore. Questi farmaci sono in grado di generare una sensazione euforica che il corpo è naturalmente incapace di ricreare, rendendolo dipendente.

La dipendenza si verifica dopo un uso continuo e il corpo forma una tolleranza all’opio, causando la persona ad aumentare la sua assunzione. Questo ciclo consente una dipendenza dalla forma, che è più evidente quando il corpo inizia a sperimentare diverse malattie dopo brevi interruzioni del farmaco. Il cervello diventa regolato agli oppiacei che allevia il dolore e aumenta il piacere, che crea una dipendenza completa del corpo. L’intensità della disintossicazione è la ragione principale per cui la cessazione è così difficile e perché esistono varie opzioni di trattamento. Alcuni pazienti ritengono che richiedono un trattamento aggiuntivo alla clonidina per il ritiro degli oppiacei, come l’ospedalizzazione, la riabilitazione in pazienti e talvolta anche i programmi di manutenzione di metadone.