Quali sono i macrofagi?

I macrofagi sono un tipo di globuli bianchi che mangiano materiale estraneo nel corpo. Queste cellule sono coinvolte nella risposta immunitaria primaria o innata a un certo numero di invasori immunitari e costituiscono anche una parte importante del sistema immunitario acquisito dal corpo. In un dato momento, queste cellule sono al lavoro in molti angoli del corpo, ripulendo tranquillamente detriti, batteri e virus stranieri prima che abbiano la possibilità di causare un problema.

Come altre cellule del sangue, queste cellule del sangue iniziano nel midollo osseo. Il ciclo di vita di queste cellule inizia in realtà con un tipo di cellule chiamato monocita, che ha la capacità di maturare in un macrofago quando è stimolato a farlo. Alcuni monociti scivolano in aree specifiche del corpo, come il fegato, dove si maturano in macrofagi specializzati che rimangono in posizione, mentre altri si trasformano in macrofagi liberi galleggianti.

In un certo senso, queste cellule sono come guardie di sicurezza per il sistema immunitario. Alcuni di loro rimangono stazionati presso i loro “banchi” normali nei pressi delle aree in cui materiale straniero entra comunemente nel corpo, controllando in modo ordinario i materiali che li passano per cercare cose che potrebbero essere pericolose. Altri vagano in pattuglia, alla ricerca di intrusi che potrebbero aver scivolato oltre le altre guardie.

Quando un macrofago incontra qualcosa che pensa possa essere pericoloso, lo ingloberà e crea enzimi per neutralizzarlo in modo che non possa continuare a replicare nel corpo. Questo processo è chiamato fagocitosi, letteralmente “mangiare le cellule”. I macrofagi usano la fagocitosi per raccogliere antigeni che possono presentare alle cellule T di aiuto, avvertendo le cellule T al fatto che esiste un invasore straniero nel corpo e provoca una risposta immunitaria.

Gli scienziati hanno ancora qualche apprendimento da fare con queste cellule uniche. Per esempio, i ricercatori hanno inizialmente pensato che queste cellule hanno danneggiato il DNA delle loro vittime per impedire loro di replicare, ma gli studi pubblicati nel 2009 hanno dimostrato che gli enzimi che queste cellule generano funzionano in modo diverso. Più studio può fornire informazioni dettagliate su come il corpo risponde all’infezione e sui modi in cui le cellule immunitarie possono andare male.

Queste cellule di scavengo a volte possono causare problemi nel corpo. Queste cellule sono state implicate nello sviluppo di lesioni come i granulomi, causati da infiammazione cronica. Queste cellule svolgono un ruolo in processi infiammatori, quindi quando diventano iperattivi possono effettivamente causare un danno, piuttosto che semplicemente proteggere il corpo da qualcosa di estraneo. Alcuni tipi di cancro sembrano essere aggravati anche dai macrofagi e queste cellule possono essere ingannate dal virus HIV e utilizzate per diffonderlo nel corpo.