Quali sono i diversi tipi di liquido endovenoso?

Esistono tre tipi chiave di liquido endovenoso. Le soluzioni cristalline, che includono soluzioni ipotoni, isotoniche e ipertoniche, sono le più comuni, mentre le soluzioni colloidali sono meno diffuse. I sangue ei prodotti ematici sono anche somministrati per via endovenosa (IV). Il liquido sintetico di sostituzione del sangue potrebbe diventare un nuovo tipo di liquido endovenoso ma è ancora sperimentale nel 2011.

Molti dei tipi più noti di liquido endovenoso rientrano nella classe generale delle soluzioni cristalloide. Queste soluzioni contengono sostanze chimiche con piccole molecole che possono facilmente passare attraverso le pareti dei capillari nelle cellule del corpo. I tipi cristallini di fluido endovenoso sono suddivisi in tre gruppi, a seconda che abbiano più, meno o la stessa quantità di elettroliti come il plasma, che è la componente liquida primaria del sangue.

I liquidi cristalloidi ipotoni, come la soluzione salina a mezzo resistenza con il 0,45% di sale, hanno meno elettroliti rispetto al plasma e sono spesso utilizzati per idratare i pazienti. I liquidi isotoni corrispondono al livello elettrolitico del corpo. Queste soluzioni, che includono una soluzione al 5% di zucchero di dextrose, una soluzione salina di 0.9% e una soluzione di lattato di Ringer, servono una serie di funzioni. I liquidi ipertonici, che presentano elevate concentrazioni di elettroliti, comprendono la doppia resistenza del 10% di dextrose e il 5% di dextrose nella soluzione salina. Questi fluidi possono riempire i vasi sanguigni pur fornendo lo zucchero e sono utili nel trattamento dei diabetici. Molti prodotti farmaceutici speciali che vengono consegnati per via endovenosa sono mescolati con uno di questi tipi di liquido.

Le soluzioni colloide, come l’albumina e il destrante, portano grandi molecole che in genere non possono permeare la parete capillare. Fanno un ottimo lavoro di aumentare il volume del sangue sia rimanendo nei vasi e la loro capacità, simile ai liquidi cristalloidi ipertonici, a togliere il fluido fuori dal corpo e nel sistema circolatorio. Queste soluzioni tendono ad essere costose e difficili da memorizzare e amministrare.

I sangue e prodotti sanguigni sono prodotti naturali, ma sono anche frequentemente somministrati attraverso una linea IV e possono anche essere classificati come uno dei tipi di liquido endovenoso. Il plasma può essere usato nelle trasfusioni per sostituire i liquidi mentre i componenti del sangue come le cellule del sangue bianco e le piastrine possono essere trasfusati per risolvere problemi specifici di salute. Le trasfusioni portano i rischi per la salute oltre i rischi di un’altra sostituzione del liquido IV.

Nel primo decennio del ventunesimo secolo, è nato un quarto tipo di liquido per via endovenosa. I liquidi sintetici di sostituzione del sangue avrebbero la capacità di trasportare ossigeno simile a quello dell’emoglobina nei globuli rossi. La speranza è che essi saranno in grado di combinare la convenienza e la convenienza delle soluzioni cristalloid con la capacità di carico di ossigeno del sangue umano. A partire dal 2011, tuttavia, i liquidi sintetici di sangue che utilizzano perfluorochemicals come carrier di ossigeno rimangono sotto sperimentazioni cliniche negli Stati Uniti.