Qual è l’ipertelorismo?

L’ipertelorismo è un termine formale che si riferisce ad una distanza anormalmente larga tra due organi accoppiati. Più comunemente, questo termine viene utilizzato in riferimento all’ipertelorismo oculare, in cui gli occhi sono insolitamente distanti. Le persone che presentano questa condizione sono di solito diagnosticate poco dopo la nascita o quando cominciano a svilupparsi perché la distanza insolita è spesso abbastanza evidente. Sono disponibili diverse opzioni per affrontare il problema.

È importante notare che l’ipertelorismo in sé non è necessariamente dannoso per il paziente. Tuttavia, è spesso associato a condizioni genetiche che possono essere dannose o pericolose. La condizione può essere legata ad altre caratteristiche fisiche insolite e ai ritardi dello sviluppo che possono contribuire a disabilità dello sviluppo e dell’intelletto. Gli occhi ampiamente distanziati possono essere osservati con una serie di condizioni genetiche e possono anche essere il risultato di anomalie del cranio come distorsioni in forma causate dalla chiusura prematura delle suture craniche.

L’ipertelorismo è spesso trattato perché può rendere più paziente un paziente sociale e affrontare eventuali effetti negativi che il paziente potrebbe sperimentare, come distorsioni nella visione. Il trattamento per questa condizione è la chirurgia, preferibilmente eseguita mentre un bambino è relativamente giovane. I bambini più giovani si riprendono più rapidamente dall’intervento chirurgico e l’intervento precoce consente al chirurgo di ridurre al minimo le cicatrici e altri problemi.

Quando un chirurgo corregge la condizione, altre anomalie possono essere trattate contemporaneamente. Ad esempio, un bambino con occhi ampi può avere anomalie nasali che possono essere corretti mentre il bambino è in chirurgia. Nel chirurgo il chirurgo può rimodellare le orbite degli occhi, spostare gli occhi più vicini e affrontare eventuali eccentricità nella forma del cranio che potrebbero essere associate all’ipertelorismo.

Quando un medico identifica l’ipertelorismo in un paziente, se la causa non è conosciuta, deve essere determinata. Ciò può dettare quale corso di trattamento sarebbe più appropriato e può anche essere utilizzato per fornire altri interventi che il bambino potrebbe beneficiare. Dato che la chirurgia deve spesso avvenire prima che un bambino possa assumere un ruolo attivo nel prendere decisioni mediche, i genitori oi tutori dovrebbero parlare dell’intervento con un chirurgo per comprendere appieno i benefici, i rischi e lo scopo dell’intervento chirurgico affinché possano effettuare un’informazione Scelta per conto del paziente. Secondo parere può anche essere utile per le persone che stanno facendo una decisione sulla chirurgia.