Qual è l’emopoiesi?

L’emopoiesi, o l’ematopoiesi, è il processo attraverso il quale si formano nuove cellule del sangue. Il midollo osseo, il tessuto all’interno delle ossa, è uno degli organi più attivi del corpo, ed è il sito in cui vengono prodotti globuli rossi, la maggior parte delle cellule del sangue e delle piastrine. Nei bambini, il midollo osseo dentro tutte le ossa crea le cellule del sangue, mentre negli adulti il ​​midollo osseo lungo le ossa delle braccia e delle gambe è in gran parte inattivo. Solo circa un quarto del midollo è coinvolto nella produzione di globuli rossi perché hanno una durata di vita più lunga rispetto ai globuli bianchi e richiedono una sostituzione meno frequentemente. Gli ortografi alternativi di emopoiesi e ematopoiesi, utilizzati principalmente nell’inglese inglese, sono l’emopoiesi e l’ematopoiesi.

All’interno del midollo osseo, le cellule chiamate cellule staminali ematopoietiche sono in grado di produrre tutti i diversi tipi di cellule del sangue. Inizialmente formano cellule staminali linfoidi o cellule staminali mieloide. Le cellule staminali linfoide migrano verso la milza, i linfonodi e il timo e continuano a produrre linfociti, che sono globuli bianchi coinvolti nella risposta del sistema immunitario all’infezione. Le cellule staminali mieloide si sviluppano in globuli rossi, che trasportano ossigeno e globuli bianchi noti come granulociti, megakarioociti e monociti. Granulociti e monociti aiutano a combattere l’infezione, mentre megakaryocytes si rompono in frammenti per formare piastrine, coinvolte nel coagulazione del sangue.

La regolazione dell’emopoiesi è normalmente molto precisa, al fine di mantenere i normali livelli di cellule del sangue nella circolazione. Le cellule del sangue rosso generalmente vivono per circa 120 giorni e le piastrine per circa dieci, mentre le cellule del sangue bianco possono sopravvivere solo per pochi giorni o anche diverse ore. Quando si verifica l’infezione, la produzione di globuli bianchi aumenta drammaticamente, mentre un episodio di sanguinamento provoca più piastrine da formarsi. La produzione di globuli rossi è regolata da un ormone chiamato eritropoietina, prodotto nei reni. Ci sono normalmente circa 5 milioni di globuli rossi per microlitro nella circonferenza media degli adulti e più saranno formati in condizioni di basso ossigeno.

A volte il midollo osseo può fallire, compromettendo l’emopoiesi e con conseguente riduzione della produzione di tutte le cellule del sangue o solo di alcune linee. I danni alle cellule ematopoietiche possono essere causate da condizioni genetiche presenti alla nascita, virus quali l’epatite B, l’esposizione alla radiazione e alcuni farmaci. Le carenze nella vitamina B12 e nel folato possono impedire la corretta maturazione delle cellule del sangue e alcuni tumori, come il linfoma, possono infiltrarsi nel midollo osseo. I sintomi comuni del fallimento del midollo osseo includono stanchezza, debolezza, infezioni ricorrenti e lividi e sanguinamenti eccessivi. I trattamenti variano a seconda della causa, ma spesso un trapianto di midollo osseo è richiesto da un donatore idoneo.