Qual è la polmonite di aspirazione?

La polmonite di aspirazione è una forma di broncopneumonia, infiammazione dei bronchioli dei polmoni, causata da sostanze estranee aspirate o respirate nei polmoni. La condizione è spesso causata da particelle di cibo o pillole, saliva, secrezioni nasali o bile. Può essere complicato dall’elevata acidità della materia aspirata e dalla presenza di batteri anaerobici normalmente presenti nella bocca umana.

I polmoni contengono una struttura di ramificazione delle vie aeree chiamate bronchi. I rami più piccoli dei bronchi, a partire dal punto in cui non ci sono più cartilagini nelle vie aeree, sono chiamati bronchioli. I bronchioli terminano nei sacchi alveolari o negli alveoli, luogo di scambio di gas nei polmoni, dove il sangue è ossigenato. I bronchioli e gli alveoli sono le strutture colpite in polmonite di aspirazione.

La polmonite di aspirazione, come altre forme di broncopneumonia, è un’infiammazione acuta dei bronchioli che porta ad una risposta immunitaria in cui gli alveoli si riempiono di fluido. Ciò comporta un ridotto spazio aereo nei polmoni e nella congestione del torace. L’infiammazione chimica può anche essere presente se una sostanza acida viene respirata nei polmoni. La posizione della polmonite nei polmoni dipende dalla gravità, in modo da apparire più bassa nei polmoni nei pazienti che aspirano in posizione verticale e più alta nei polmoni nei pazienti che aspirano in posizione incline.

Questo tipo di polmonite è spesso causato da deglutizione degenerata, ad esempio in una persona che è intossicata o che ha subito danni neurologici come un ictus. È anche una possibile complicazione dell’intervento chirurgico sotto anestesia generale. Pertanto, i pazienti sottoposti a anestesia generale si raccomandano di astenersi dal mangiare o bere qualcosa per un numero di ore prima dell’intervento.

I batteri più comunemente presenti nella polmonite di aspirazione sono quelli normalmente presenti in bocca. Questi includono i batteri dei generi Bacteriodes, Prevotella e Peptostreptococcus. Tali batteri sono anaerobi, il che significa che non hanno bisogno di ossigeno per sopravvivere, ma aerotoleranti, il che significa che possono vivere in presenza di ossigeno. Gli agenti patogeni batterici possono anche contribuire alla polmonite di aspirazione. Questi possono includere specie di Fusobacterium e batteri aerobici che richiedono l’ossigeno per sopravvivere, come Streptococcus pneumoniae, Staphylococcus aureus, Pseudomonas aeruginosa e Haemophilus influenzae.

La polmonite di aspirazione provoca sintomi quali tosse, febbre, dolore e debolezza, mancanza di respiro, mal di testa, nausea e perdita di peso. La prima linea di trattamento è stabilizzare la via aerea e fornire liquidi e elettroliti persi per via endovenosa. La via aerea può essere stabilizzata attraverso l’aspirazione e, se necessario, attraverso l’uso di un tubo di respirazione. Antibiotici o corticosteroidi possono essere usati per combattere l’infezione batterica nei polmoni.