Qual è la mobilitazione congiunta?

La mobilitazione congiunta è una tecnica medica che viene utilizzata per aumentare la gamma di movimento e la mobilità di un giunto. È un movimento passivo che viene solitamente applicato ad un’area ferita del corpo per promuovere la guarigione. La tecnica è comunemente usata sulla colonna vertebrale e in questo caso si chiama mobilitazione spinale. Ci sono cinque livelli di movimento di un giunto durante la mobilitazione congiunta e ognuno viene utilizzato per uno scopo diverso. La differenza tra mobilitazione e manipolazione quando si tratta di giunti è la velocità in cui il trattamento viene eseguito con mobilitazione essere molto più lento.

La mobilitazione congiunta è di solito eseguita da terapisti fisici professionisti qualificati come un certo livello di abilità è necessario per eseguirlo in modo efficace e sicuro. Qualsiasi manipolazione del sistema muscolo-scheletrico del corpo ha il potenziale di causare danni se non viene eseguita correttamente. Di solito il trattamento di mobilitazione si concentrerà sul praticante applicando una forza al giunto che imita il movimento di scorrimento che si verifica durante il movimento regolare. A volte queste forze sono tenute per un lungo periodo di tempo per allungare il bersaglio. Generalmente, le manipolazioni vengono eseguite ad una velocità più elevata e con maggiore intensità rispetto alla mobilitazione congiunta.

La tecnica della mobilitazione congiunta è importante per recuperare la gamma di movimento di un giunto che è stato ferito o danneggiato. Ad esempio, per qualcuno che scenda la propria gamba da una posizione seduta, deve essere sufficiente la mobilità nell’articolazione del ginocchio. Dopo un infortunio questa gamma di movimento può essere ridotta. Anche le tecniche di mobilitazione congiunta vengono talvolta utilizzate per ridurre il dolore in qualcuno con un pregiudizio esistente.

Sebbene le mobilizzazioni congiunte possano essere un modo efficace e sicuro di trattare problemi congiunti, vi è anche un rischio. Ad esempio, l’articolazione non deve essere sottoposta a un trattamento di mobilitazione se l’osteoartrosi è presente. Le persone con un tumore nella zona del giunto devono anche non passare attraverso questi tipi di trattamenti. Le mobilizzazioni congiunte non dovrebbero essere eseguite anche da persone che non sono addestrate per farlo, poiché la presa del giunto al massimo della sua gamma disponibile può causare problemi aggiuntivi se eseguiti in modo errato.

I diversi gradi di mobilitazione descrivono la quantità di mobilità nell’articolazione. Ad esempio, le mobilizzazioni di status di grado 1 sono quando il praticante applica un movimento passivo che include fino al 25% del gioco comune. Grado 3, d’altra parte, comporta l’osso che si muove alla fine della sua gamma. Ci sono anche gradi che si applicano alle oscillazioni o ripetizioni di un particolare esercizio di mobilitazione congiunta.