Perché la gente auto-medicare?

Una persona che vive con una malattia mentale può auto-medicare come un modo per far fronte ai suoi sintomi. La strategia di utilizzare farmaci o altre sostanze per auto-lenitiva può essere utilizzata anche da individui che hanno subito un evento traumatico o che vivono con PTSD (disturbo post-traumatico). A tal fine possono essere usate varie sostanze, tra cui stimolanti, depressivi e antidolorifici. Alcune persone si rivolgono anche alla marijuana quando si cerca di auto-medicare.

Gli stimolanti includono droghe di strada come crack e cocaina. Anche la nicotina, la caffeina e le anfetamine, o “tomaia”, appartengono a questa categoria. Tutti loro danno all’utente una sensazione di benessere o anche di euforia quando ingerito. La ricerca di riesumare l'”alti” è ciò che rende qualcuno desidera ripetere l’esperienza.

Nel caso di qualcuno che sta cercando di auto-medicare, rivolgersi ad uno stimolante può essere un modo per affrontare i sintomi della depressione. Un individuo che vive con sentimenti di inutilità o disperazione non può rendersi conto che è depresso e che trattamenti efficaci sono disponibili consultando un professionista sanitario. Gli stimolanti possono anche essere usati da persone con scarsa autostima che stanno cercando di sentirsi meglio su se stessi.

Depressants, come l’alcool e alcuni farmaci da prescrizione, sono la scelta per una persona che cerca di auto-medicare i loro sentimenti di ansia. Ingestione crea una sensazione di rilassamento. L’uso di alcol riduce le inibizioni e questo farmaco può essere scelto da persone che non sono in grado di esprimere facilmente emozioni o vicinanza.

Gli antidolorifici, come l’eroina e la morfina, sono efficaci nella gestione del dolore. Questi farmaci danno anche all’utente una sensazione iniziale di euforia che si sviluppa in uno stato di rilassamento profondo. Una persona che è ansiosa o depressiva può essere attratta da auto-medicare usando un forte farmaco antidolorifico. Questo può anche essere il farmaco che si rivolge a un individuo con problemi di rabbia.

La marijuana è un farmaco comune usato dalle persone che stanno tentando di auto-medicare. È relativamente poco costoso e prontamente disponibile per la strada. Le persone che si sentono stressate o ansiose e che cercano un modo per sentirsi più calmo possono scegliere questo farmaco per le sue qualità sedative.

La scelta di auto-medicare non è la scelta migliore per le persone che vivono con una malattia mentale o che soffrono gli effetti del PTSD. Nel migliore dei casi, questi rimedi solo mascherano i sintomi del disturbo o delle condizioni. Queste sostanze hanno il potenziale per cambiare la chimica del cervello, che fa solo affrontare la questione sottostante più impegnativa.