Quali sono i benefici dello zolfo per l’acne?

Lo zolfo è uno dei più antichi rimedi per l’acne noto all’uomo. Fin dai tempi della civiltà romana, la gente ha usato lo zolfo come un trattamento per infiammazioni cutanee e altre infezioni. Ci sono diverse ragioni che alcuni esperti consigliano di zolfo per l’acne, ma potrebbe non essere molto efficace per alcune persone.

Uno dei motivi principali che la gente usa lo zolfo per il trattamento dell’acne è perché l’elemento è keratoloytic. Ciò significa che aiuta nel fatturato cellulare, il che provoca una guarigione più veloce da brufoli e macchie. Lo zolfo è utilizzato in molti prodotti esfolianti per le persone con pelli acne, dove le proprietà keratolytiche naturali sono assistite da piccoli chicchi che aiutano a togliere la pelle morta e le vecchie macchie.

Alcune persone consigliano anche zolfo per l’acne perché ha proprietà lieve antibatteriche. Il batterio è la causa principale della maggior parte delle acne, quando lo sporco o altre particelle si bloccano nella pelle, porta all’infiammazione che provoca punti neri, bianchi e brufoli. Sbarazzando la pelle dei batteri prima di iniziare i brufoli, lo zolfo può ridurre il potenziale di nuovi sblocchi. Le proprietà antibatteriche dello zolfo lo rendono una componente comune nei trattamenti maschili per l’acne.

Spesso i migliori vantaggi derivanti dall’utilizzo di zolfo per l’acne trattato vengono ottenuti attraverso la combinazione con altre sostanze antinfiammatorie. Le maschere di zolfo contengono spesso altre sostanze antibatteriche come l’olio di carbone o di tea tree. Detergenti e trattamenti spot con zolfo possono anche utilizzare perossido di benzoile o acido salicilico. Lo zolfo è spesso una buona scelta per le persone che amano usare solo prodotti naturali, in quanto è un elemento naturale e spesso utilizzati in prodotti naturali biologici o naturali.

Alcune persone preferiscono utilizzare lo zolfo per l’acne come un trattamento occasionale, in quanto tende ad avere un odore molto forte rispetto alle uova marce. Poiché lo zolfo viene utilizzato in molti trattamenti naturali che evitano ingredienti artificiali come i profumi, questo odore può essere abbastanza forte e può essere off-putting a qualcuno. Se l’odore è fastidioso, cercare di limitare l’utilizzo di zolfo per acne a masse una volta-a-settimana o trattamenti spot durante la notte.

Lo zolfo è generalmente più adatto per l’acne lieve a moderata, piuttosto che per sblocchi cisti. Poiché i benefici dello zolfo si verificano principalmente alla superficie della pelle esterna, le infezioni profonde che causano sblocchi cisti non possono essere molto aiutati dall’uso di zolfo. Le persone con acne grave potrebbero voler considerare di parlare ad un dermatologo circa il farmaco di prescrizione per l’acne se il trattamento con lo zolfo non riesce a produrre risultati.

Come si tratta di una frattura ulnara?

Una frattura ulnare si verifica quando l’ulna, che è un osso nell’avambraccio, viene fratturato come risultato di un impatto, di torsione o di un’altra applicazione della forza. Il trattamento per una frattura ulnara varia in funzione della gravità e del tipo di frattura, nonché dell’età e della salute complessiva del paziente. Il pronto soccorso immediato per un tale infortunio includerà il trattamento del RICE o il resto, il ghiaccio, la compressione e l’elevazione, sebbene il sanguinamento si verifica contemporaneamente alla frattura, questo deve essere preso cura di prima.

Le fratture più piccole, a volte note come fratture dei capelli, possono essere trattate a volte con il trattamento RICE. Molto piccole ferite di frattura ulnare possono guarire sul proprio tempo e riposare abbastanza tempo, ma il paziente dovrà prestare attenzione a immobilizzare il pregiudizio il più possibile durante il processo di guarigione. Ciò può essere fatto con l’applicazione di un cast, anche se una fionda può essere sufficiente a mantenere immobile il braccio se la frattura ulnara è abbastanza piccola. Le fratture più grandi richiederanno l’immobilizzazione usando un getto duro che impedisce qualsiasi movimento dell’avambraccio e la re-lesione da impatti accidentali.

Se la frattura è grave, l’osso dovrà essere riparato chirurgicamente. Ciò è particolarmente vero se l’osso rompe la pelle, come sanguinamento e danni ai tessuti molli dovranno essere affrontati. Eventuali danni ai nervi e ai tessuti molli circostanti dovranno essere riparati, se possibile, e l’osso dovrà essere stabilizzato mediante perni e viti. Queste lesioni tendono ad essere abbastanza dolorose, e il tempo di recupero può essere esteso. Il paziente perderà la gamma di movimento e la forza nel braccio colpito, per cui sarà necessaria una terapia fisica dopo che è stato concesso un tempo di guarigione sufficiente per il danno.

Una frattura di Monteggia è un tipo di frattura ulnara in cui anche l’ulna può dislocare. La dislocazione dovrà essere affrontata, di solito chirurgicamente, oltre alla rottura dell’osso. Il tempo di recupero per questa lesione è forse il più protratto e il braccio deve essere immobilizzato per un lungo periodo di tempo. Una frattura di Monteggia è spesso il risultato di una caduta, durante la quale il paziente ha atterrato sul gomito, costringendo così l’osso alla sua posizione normale. I legamenti potrebbero essere danneggiati quando questa lesione si verifica e il recupero comporterà un rilancio dei legamenti.

Quali sono i diversi tipi di pregiudizi cognitivi?

Ci sono piuttosto alcuni tipi di pregiudizi cognitivi che sono stati identificati dalla scienza della psicologia. Questi bias sono descritti come tagli brevi nel pensiero che sono il risultato di errori nella valutazione statistica, nella memoria e nell’attribuzione sociale. La dissonanza cognitiva, la correlazione illusoria e la bias egocentrica sono alcuni esempi. Altri esempi di bias cognitivo includono la cognizione calda e fredda.

La dissonanza cognitiva è uno dei tipi più diffusi di bias. La dissonanza cognitiva è molto comune, e quasi tutti lo hanno sperimentato almeno una volta nella loro vita. È la sensazione di tensione o di ansia che è causata da due credenze o pensieri opposti allo stesso tempo. Un esempio comune di questo tipo di bias è quando una persona detiene una certa convinzione di se stesso, come sono onesto, ma agisce in modo disonesto.

La correlazione illusoria è un altro dei tipi più diffusi di bias. Come indica il suo nome, la correlazione illusoria descrive una situazione in cui qualcuno percepisce una correlazione, o una relazione tra due variabili, quando esiste una relazione poco o nulla tra le variabili nella realtà. Il disturbo ossessivo compulsivo è un esempio estremo di questo tipo di bias. Le persone con disturbo ossessivo compulsivo spesso ripetono gli stessi comportamenti più e più volte perché hanno una correlazione illusoria che tale comportamento impedirà qualche effetto collaterale negativo. In realtà, tuttavia, il comportamento ripetuto non ha alcun effetto sul fatto che accada qualcosa di negativo.

Un’altra delle tensioni cognitive è chiamata bias egocentrica. Questa predizione descrive qualcuno che prende troppo credito per il risultato di uno sforzo congiunto. Di solito si presenta quando persone prendono troppo credito per risultati positivi, ma può anche verificarsi quando le persone assumono troppa responsabilità per un risultato negativo. Questa polarizzazione si crede che sia il risultato delle azioni proprie di una persona che sono più importanti nella sua mente che le azioni degli altri.

La cognizione calda è un termine più recente per alcuni tipi di bias. Questo tipo di bias si basa sullo stato d’animo della persona che decide. Qualcuno in uno stato di emozione più elevato, come la rabbia, la paura e persino la gioia, può fare errori nel giudizio basato sul suo stato emotivo. In caso di cognizione calda, una persona può prendere una decisione troppo in fretta, senza la corretta riflessione.

La cognizione fredda è anche un tipo relativamente nuovo di bias cognitivo. È la complementarità cognitiva di cognizione calda. Proprio come la cognizione calda descrive i processi decisionali colpiti da stati emotivi allargati, la cognizione fredda si verifica quando una persona prende una decisione mentre sperimenta pochissime emozioni. Questo tipo di decisione a basso consumo energetico e di attenzione è anche problematico. Invece di prendere decisioni troppo veloci e addirittura emotivamente cariche, una persona che sperimenta la cognizione fredda prende decisioni basate su una piccola riflessione a causa della mancanza di interesse.

Quali sono i più comuni effetti collaterali di Shilajit?

Ci sono pochi effetti collaterali associati al consumo di shilajit. Esempi rari che possono causare o esacerbare la gotta e se consumati con supplementi di ferro si potrebbe verificare un sovradosaggio in quanto è molto alto in ferro. A parte questo, shilajit è considerato sicuro in quantità relativamente elevate senza il rischio di reazioni avverse.

Shilajit è costituito principalmente da materia vegetale decaduta e si trova tra le rocce del fiume in varie parti dell’Asia. È anche chiamato pitch minerale. Le persone di queste regioni hanno usato per molti anni il trattamento e la prevenzione di una serie di problemi di salute, tra cui lebbra, emorroidi, disfunzioni sessuali, irritazioni cutanee, rughe, asma, diabete e anemia. Questi benefici sono stati notati e registrati.

Poiché gli effetti collaterali di Shilajit sono così rare, molti pazienti preferiscono utilizzare integratori invece di farmaci più convenzionali. Questo può essere utile per alcuni, anche se quelli con una grave condizione medica devono sempre consultare un medico prima di iniziare qualsiasi piano di trattamento. Sebbene ci siano pochi effetti collaterali di Shilajit, trascurare altre terapie quando opportuno per condizioni come il diabete o l’asma potrebbero causare una serie di problemi di salute.

Essendo quel shilajit è una sostanza naturalmente presente, può non essere completamente testato per le potenziali interazioni farmacologiche. I pazienti devono tenerne conto quando lo prende in combinazione con farmaci. Se siete incerti, consultare un erborista o un naturalista. Sebbene non siano state segnalate interazioni conosciute, gli effetti collaterali di shilajit non sono stati testati per tutti i farmaci disponibili sul contatore e sulle prescrizioni.

Anche se non riportato, eventuali effetti collaterali di shilajit dovrebbero essere notati se si verificano. Ogni persona è un individuo e può reagire in modo diverso rispetto a una sostanza particolare. Proprio come molti possono tollerare arachidi o gamberi, altri possono avere una reazione allergica spesso fatale. Se questo tipo di reazione dovesse verificarsi, i sintomi potrebbero includere prurito, welts, orticaria, mancanza di respiro, vertigini, rapida frequenza cardiaca, nausea, vomito o gonfiore. Questi sintomi sono estremamente improbabili, ma dovrebbero essere tenuti in mente.

Va anche notato che tutti i test condotti su shilajit sono stati fatti su animali da laboratorio e non sugli esseri umani. Per questo motivo, le persone che assumono shilajit dovrebbero prestare attenzione per eventuali sintomi insoliti durante l’assunzione del supplemento.

Che cosa è la terapia di gioco?

La terapia di gioco è una forma di psicoterapia che prevede l’uso di un gioco non diretto per affrontare questioni psicologiche. Questa tecnica è più comunemente utilizzata nei bambini di età compresa tra i tre ei 11 anni, anche se può essere utilizzata anche con gli adulti e le persone disabili. Questa modalità di terapia è particolarmente efficace per i bambini perché sono naturalmente espressivi e giocosi e, a differenza degli adulti, non hanno bisogno di essere insegnati come giocare.

Un corso tipico di terapia di gioco inizia con un incontro con i genitori del bambino per discutere le questioni del bambino. I genitori possono essere interessati ad un problema comportamentale, come la timidezza, il comportamento in classe o la cortesia, oppure possono voler sostenere un bambino attraverso una transizione difficile come una mossa o un divorzio. Successivamente, il terapeuta viene introdotto al bambino, e il bambino viene introdotto in un’area giochi che contiene una selezione di giocattoli. A questo punto, i genitori sono solitamente esclusi dalla sessione in modo che il bambino si senta più libero.

Quando un bambino inizia a esplorare i giocattoli disponibili, il terapeuta prende atto di quali giocattoli interagisce con il bambino e come il bambino interagisce con loro. Il terapeuta non offre suggerimenti o suggerimenti su cosa giocare o come giocare, perché lui o lei vuole vedere lo stato psicologico naturale del bambino. Mentre le sessioni avanzano, il terapeuta aiuterà il bambino a utilizzare il gioco per lavorare attraverso questioni psicologiche.

L’uso dei giocattoli viene utilizzato anche in altri tipi di terapia per bambini, per esempio i terapisti di bambini specializzati nel lavorare con le vittime di abusi possono chiedere ai bambini di utilizzare giocattoli per esprimersi. In questa situazione, tuttavia, il terapeuta fornisce indicazioni specifiche, come “organizzare le bambole per mostrarmi la tua famiglia” o “come fa la bambola madre a parlare con la bambola padre” per rispondere alle risposte che possono essere utilizzate nella terapia. Questa tecnica è leggermente diversa dalla terapia di gioco vero e proprio, in cui il bambino è autorizzato a lavorare liberamente, senza suggerimenti o interruzioni.

I bambini sono autorizzati a lasciare in anticipo le sessioni di terapia e non saranno costrette a giocare. Lavorare con i bambini può essere unica in difficoltà, poichè un bambino può progredire un giorno e regredire il prossimo. La terapia richiede pazienza e impegno nel trattamento a lungo termine. Quando i problemi del bambino sono stati risolti, il terapeuta preparerà il bambino per la separazione in modo che il corso della terapia possa terminare.

I professionisti della psicoterapia che sono interessati alla terapia del gioco possono prendere corsi e perseguire la certificazione con un’organizzazione professionale. Alcuni insegnanti possono optare per integrare la terapia di gioco nelle loro aule, prendendo corsi progettati per gli educatori che lavorano con i bambini piccoli. Ogni terapista utilizza diverse tecniche, ed è importante per la gente essere consapevole che ogni terapista non può lavorare con ogni bambino e che un bambino può avere bisogno di provare diversi terapisti per trovare qualcuno con cui si sente a suo agio.

Che cosa è un bagno di senape?

Le persone che desiderano eliminare lo stress e alleviare i muscoli stanchi potrebbero voler provare un bagno di senape. Questo trattamento medico consiste in polvere di senape secca, sale kosher, latte in polvere, zenzero e oli essenziali. Viene aggiunto ad una vasca idromassaggio di acqua e poi immersa per circa 20 minuti. Questa medicina alternativa è spesso somministrata in un centro benessere, ma può essere utilizzata anche a casa.

Un bagno di senape tipicamente contiene latte in polvere, sale kosher e zenzero. Si usa la senape in polvere o il seno a terra ma non la senape preparata. Potrebbero essere aggiunti diversi oli essenziali alla miscela e alcune delle più comuni utilizzate sono l’eucalipto, il rosmarino e il limone. Gli ingredienti necessari per fare questo additivo per il bagno possono essere acquistati a buon mercato in molti supermercati.

Questa medicina alternativa viene usata usando l’acqua calda in una vasca da bagno e poi aggiungendo la miscela all’acqua mentre scorre dal rubinetto. Se necessario, un individuo può scivolare l’acqua avanti e indietro per mescolare uniformemente il bagno di senape. Una ottima vasca da bagno dovrebbe essere utilizzata per ottenere risultati ottimali ed è più efficace se l’acqua è molto calda ma non scoraggia.

Alcuni dei vantaggi del bagno di senape sono che il bagno con questo rimedio può aiutare a aprire i pori, che poi permette alle tossine di scappare. Questo a sua volta può contribuire ad alleviare i muscoli stanchi e può anche essere efficace nell’eliminare le emicranie. Molte persone ritengono che questo trattamento medico stimola la circolazione e aiuta a liberare i seni, quindi è utile per il trattamento di raffreddori e febbri pure. Questo rimedio può anche ridurre lo stress, che è una delle ragioni per cui può contribuire a promuovere modelli di sonno sani.

Le persone che non vogliono usare un bagno di senape quando si bagnano tutto il corpo, potrebbero voler provare a utilizzare questo rimedio terapeutico come un piede ammollo. Ciò può essere fatto prendendo una piccola quantità di miscela e aggiungendolo ad una vasca di piede prima di immergere. Così facendo può aiutare a alleviare i dolori e i dolori associati a piedi o camminare per lunghi periodi.

Questa medicina alternativa può essere fatta facilmente a casa utilizzando ingredienti che sono facili da trovare. È anche sicuro da usare regolarmente, in modo da poter provare questo trattamento medico con la frequenza necessaria. Un bagno di senape potrebbe causare un rash o irritazione nelle persone che hanno una pelle sensibile, in modo che questi individui vogliano evitare questo rimedio naturale.

Cosa causa la congestione della gola?

Ci sono diversi fattori che potrebbero contribuire alla congestione della gola, comprese le allergie stagionali, la bronchite cronica e le infezioni respiratorie superiori. L’asma, una malattia conosciuta per contenere le vie aeree superiori, può anche causare sintomi di congestione. Post goccia nasale a causa della sinusite può portare a congestione in molti casi. La malattia di reflusso acido può causare il ripristino dell’acido per stabilirsi nella gola, portando alla congestione. Anche se non come comune, il cancro della gola può causare la congestione della gola pure.

Quando un individuo soffre di allergie stagionali, come la febbre da fieno, i sintomi che accompagnano spesso includono l’eccesso di accumulo di muco, che può causare la congestione della gola. Ciò che è noto come post nasale gocciolamento può verificarsi quando i seni drenano. Spesso quando l’individuo è sdraiato o dormito, il muco o il fegato gocciolano e causano irritazione della gola.

Gli stessi sintomi possono verificarsi quando una persona sviluppa un freddo comune o altre infezioni respiratorie superiori. Un infezione virale è un colpevole comune. Una infezione batterica, come la gola strep può anche causare congestione in molti individui. Altre infezioni – sia virali che batteriche – possono portare ad una sensazione di congestione nella gola, compresa la bronchite acuta. La tonsillite, che è un’infiammazione delle tonsille, può causare intensa mal di gola e congestione.

L’asma è una condizione che provoca un restringimento dei tubi bronchiali e delle vie aeree. Durante un attacco di asma, il paziente può verificarsi congestione nel petto e nella gola. Ciò può verificarsi a causa di una tosse intensa, in particolare di muco eccessivo che può poi saldare in gola. Infatti, la tosse stessa può essere un fattore comune nella causa della congestione della gola.

La polmonite può causare la congestione del torace e della gola. Questa è una malattia grave che colpisce i polmoni. I liquidi accumulanti possono accumulare e, nel tentativo di espellere i contaminanti, il paziente può tossire un flemma spessa che può portare alla congestione della gola. A causa di un’infezione virale o batterica, la polmonite può portare a complicazioni pericolose per la vita se non trattata presto.

In rari casi, una sensazione stretto o congestionata nella gola può essere causata da malattie cardiache o da insufficienza cardiaca congestizia. La malattia polmonare può anche essere causa di congestione. La diagnosi appropriata è fondamentale per determinare la causa dei sintomi, soprattutto se si sospettano problemi cardiaci.

I cantanti professionali possono sviluppare la congestione della gola a causa di accumulo di acido che si deposita nell’esofago. Gli altoparlanti pubblici possono verificarsi occasionalmente anche la congestione del torace. Un’altra condizione nota come ernia iatale, che si sviluppano cantanti e altri individui, può causare congestione nella fodera della gola, così come altri sintomi come bruciore di stomaco e pressione.

Cosa è la chirurgia a disco rigonfiato?

La chirurgia a disco rigido è un’opzione di trattamento per i pazienti con dischi rigonfiati nella colonna vertebrale che non rispondono ai metodi di trattamento meno invasivi. Un disco spinale può esaurirsi tra le vertebre come conseguenza di una lesione posteriore o di una condizione spinale. Mentre un disco rigonfiato non è un problema in sé, può portare a dolore, intorpidimento e debolezza nella schiena, gambe e braccia.

I medici trattano tipicamente i pazienti con i dischi bulging conservativamente prima di ricorrere a un intervento chirurgico per correggere il problema. Molti problemi indietro guariscono da soli con il resto, il farmaco del dolore e la terapia fisica. La chirurgia posteriore è di solito considerata solo dopo alcuni mesi di poco o in nessun miglioramento, o quando i problemi del disco sono così severi che impediscono al paziente di lavorare o di intraprendere attività quotidiane.

Il tipo più comune di chirurgia a disco rigonfiato è una discectomia. Durante questo, un chirurgo rimuove una parte del disco rigonfiato per alleviare la pressione sul nervo causando il dolore o la debolezza. I chirurghi devono spesso rimuovere una parte della vertebra sopra o sotto il disco rigido per accedervi adeguatamente. La maggior parte dei pazienti richiede la terapia fisica seguendo la procedura e può richiedere diversi mesi prima di poter tornare completamente alle attività fisiche.

Mentre molti pazienti sperimentano sollievo dal dolore alla schiena e altri problemi di disco dopo una discectomia, alcuni continuano ad avere problemi con i dischi bulging. Se una discectomia non è sufficiente per correggere il problema del paziente, un medico può considerare l’esecuzione di un tipo diverso di intervento chirurgico.

Una fusione lombare collega due o più vertebre per ridurre il dolore da un disco danneggiato tra di loro. La fusione lombare ha molto successo nell’eliminazione del dolore e di altri problemi da un disco rigonfiato, ma aumenta il rischio di indebolire i dischi e le vertebre sopra e sotto la porzione fusione. Ciò a volte può richiedere ulteriori interventi chirurgici. A seconda di quali vertebre si sono fuse, il paziente può anche perdere una certa gamma di movimenti nella colonna vertebrale.

Una terza opzione per la chirurgia a disco rigonfiato sostituisce completamente il disco danneggiato. Un chirurgo può sostituire un disco rigonfiato con un disco sintetico, che aiuta a ridurre il rischio di ulteriori problemi che richiedono terapia o intervento chirurgico. Sostituire un disco interamente è di solito un ultimo ricorso riservato ai pazienti che continuano a provare problemi con i dischi rigonfiati dopo altri trattamenti e interventi chirurgici, o per i pazienti i cui dischi hanno indossato sottile o degenerato fino al punto in cui non sono più validi per ammortizzare le vertebre.

Che cosa è la leucopenia?

La leucopenia, nota anche come leucopenia o leucocitopenia, è quando il sangue presenta una quantità anormalmente bassa di globuli bianchi o di leucociti. È dalle parole greche che significa “bianco” e “carenza”. Quando nel sangue è presente una diminuzione della quantità di globuli bianchi, c’è un rischio maggiore di contrarre un’infezione.

Quando vi è una bassa quantità di piastrine nel sangue, si chiama trombocitopenia. La trombocitopenia può essere osservata nei casi di leucopenia e dovrà essere trattata con steroidi, vitamine e immunosoppressori. Avere questa condizione non significa sempre che un paziente avrà anche trombocitopenia.

La leucopenia può essere causata da farmaci, trattamenti contro il cancro come la chemioterapia e la radiazione, malattie immunologiche quali l’HIV e persino l’influenza. Altre cause sono carenze minerali come il rame e lo zinco, la sepsi e l’anemia aplastica. I farmaci che possono tipicamente ridurre i globuli bianchi sono farmaci antipsicotici, farmaci immunosoppressivi, interferoni e alcuni antidepressivi.

I sintomi iniziano solo a mostrare una volta che c’è un grave caso, i casi lievi non hanno solitamente sintomi. Essi includono l’anemia, la polmonite, l’ascesso del fegato e l’infiammazione della bocca. Ci sono anche segni di mal di testa, febbre, voglie di bevande calde e irritabilità. Per le donne, i loro periodi possono durare più a lungo e essere più pesanti e possono subire un freddo.

Una diagnosi può essere fatta con un semplice sangue disegnare. Questo sangue è chiamato un sangue completo (CBC) e misurerà la quantità di globuli bianchi nel sangue. Questo è solitamente l’unico modo per determinare se qualcuno ha una quantità anormalmente bassa.

Il trattamento per la leucopenia inizia con vitamine e steroidi. Questo stimola il midollo per rendere più leucociti. Mentre soffre di leucopenia e che attraversa i trattamenti, il paziente ha un rischio maggiore per le infezioni, il cancro e l’AIDS a causa della soppressione dell’immunità.

Pur avendo un basso numero di globuli bianchi non è fatale in sé, può portare alla morte se il paziente cattura un’infezione che il suo corpo non può combattere. Il numero di globuli bianchi abbassati può aprire il paziente fino ad ospitare varie malattie parassitarie. Il corpo, pur affaticato e compromesso dal suo sistema immunitario, è in uno stato fragile.

Avere prove regolari CBC eseguite come parte di un esame fisico annuale è un buon modo per monitorare eventuali problemi con i conteggi delle cellule del sangue. Questo test può aiutare a vedere i problemi prima di uscire dal controllo e prima che siano presenti ulteriori condizioni. Le prove CBC devono essere una parte standard di qualsiasi controllo fisico regolare.

Qual è la connessione tra bipolare e rabbia?

Bipolare e rabbia sono inestricabilmente legati e hanno un rapporto molto specifico tra loro. Il disturbo bipolare è una condizione in cui il cervello non è in grado di regolare l’umore per lunghi periodi di tempo, e le persone possono oscillare da mania o ipomania a depressione pronunciata. Le oscillazioni dell’umore sono essenzialmente l’espressione del cervello che manca la biochimica appropriata per mantenere un umore uniforme e se una persona è depresso o maniaco, la rabbia è probabile manifestarsi come sintomo. Le sostanze chimiche cerebrali che stabilizzano l’umore, in parte, influenzano il controllo della rabbia.

Molte persone che hanno disturbo bipolare descrivono stati arrabbiati come momenti di rabbia che hanno saputo in passato erano troppo deboli e ingiustificati. Spesso non ci vuole molto per provocare la rabbia in qualcuno che sperimenta l’alterazione dell’umore. Il rapporto tra bipolare e rabbia che si esprime facilmente si spiega anche alcune delle difficoltà intrinseche di questo disturbo. Le persone che hanno una collera incontrollabile possono avere difficoltà a mantenere lavoro o funzionare bene nella società. Una mamma o un papà bipolari che non riescono a risolvere questo problema potrebbero variare da spaventare a abusare i bambini, e i coniugi oi partner possono avere difficoltà ad affrontare il cambiamento di fulmini di un partner ad un umore furioso.

Mentre c’è una chiara associazione tra bipolare e rabbia da una prospettiva biochimica, un altro elemento entra in gioco. Le persone che esprimono in modo inappropriato la rabbia dimostrano di non avere alcuna conoscenza di come gestire questa emozione. Le scarse capacità di gestione della rabbia sono in realtà un segno incoraggiante in una persona con bipolare, perché questa è un’area in cui le persone possono migliorare. Anche se è assolutamente importante che l’umore sia stabilizzato con farmaci, che potrebbe ridurre gli episodi di rabbia, che non risolve sempre problemi di rabbia. Fortunatamente, la terapia può aiutare con il controllo della rabbia.

Molte scuole terapeutiche diverse affrontano la gestione della bipolare e della rabbia. Questi si spaziano dagli approcci tradizionali psicodinamici alle terapie comportamentali terze, come la terapia comportamentale cognitiva, l’accettazione e l’impegno terapia e la terapia comportamentale dialettica. Poiché le variazioni dell’umore rispondono gradualmente al controllo chimico, qualsiasi di queste terapie può essere utile per imparare a trattare e esprimere in modo sicuro emozioni di rabbia. Il lavoro terapeutico di questa natura, sebbene difficile, è spesso molto soddisfacente per il cliente bipolare, perché molte persone con questa condizione si sentono profondamente vergognose quando perdono i loro tempers e questa è un’esperienza che hanno potuto avere ripetutamente.

Un’altra sfortunata conseguenza di bipolare e di rabbia è la quantità di colpa che si manifesta per comportamento che sembra cadere al di fuori del loro controllo. L’ulteriore colpevolezza alimenta l’odio, l’instabilità più umana e più la rabbia. Mentre gli stati d’animo si stabilizzano, affrontare questi sentimenti sottostanti può aiutare le persone a perdonarsi e imparare a esercitare un maggiore controllo in futuro.

Anche con i farmaci, la maggior parte delle persone con disturbo bipolare sperimenterà episodi di destabilizzazione dell’umore in futuro. L’autoconsapevolezza attraverso la terapia può anche aiutare le persone a identificare se ciò accadrà. Un sintomo precoce della destabilizzazione dell’umore è un ritorno improvviso di estrema rabbia che è difficile da controllare, nonostante la terapia di successo per questo problema.