Che cosa è la borsetta della caviglia?

Il piede e la caviglia contengono diversi sacchi pieni di fluidi chiamati bursae che aiutano ad ammortizzare e lubrificare ossa, muscoli e tendini. Borsite della caviglia si riferisce a una condizione in cui uno o più bursae diventano infiammati, portando a dolore costante e arrossamento della pelle. La maggior parte dei casi di borsite è dovuta ad un uso eccessivo e allo sforzo ripetitivo durante lo sport o altre attività fisiche. La borsetta dolorosa può essere trattata in casa riposando e scongelando l’articolazione per diversi giorni, anche se il dolore alla caviglia cronica deve essere valutato e trattato da un medico.

Bursae sono costituiti da rivestimenti a membrana e liquido sinoviale, una sostanza spessa che fornisce protezione e riduce l’attrito tra parti in movimento. Bursite si verifica quando la fodera di una borsa diventa irritata e gonfia. Diversi bursae possono essere colpiti nel piede e nella caviglia, anche se il sito più comune di infiammazione è la bursa retrocalcana tra il tendine di Achille e l’osso del tallone. La parte posteriore del tallone è di solito tenera al tatto e la pelle può essere rossa e calda. Una persona ha probabilità di avere un dolore cronico che peggiora durante e dopo l’attività fisica.

La borsetta della caviglia è più comune negli atleti e nei lavoratori che sono tenuti a camminare, allungare e inginocchiarsi per eseguire i compiti. Quando le caviglie sono sottoposte a un intenso sforzo regolarmente, come è comune nei pista e nel basket, l’attrito tra i muscoli, i tendini e le ossa sopraffa il bursae e porta ad infiammazione. La condizione può essere peggiorata se un individuo indossa scarpe troppo strette e non fornisce abbastanza imbottitura nelle aree del tallone e della caviglia. Inoltre, un allungamento inadeguato prima dell’attività fisica può aumentare notevolmente il rischio di borsite della caviglia e di altre lesioni.

Gli esperti medici consigliano vivamente persone di segnalare eventuali sintomi di dolore alla caviglia ai loro medici, anche se sono lievi. La prima borsetta della caviglia è scoperta, più è facile rimediare. Un medico può effettuare un esame fisico e chiedere al paziente i sintomi per fare una diagnosi corretta. Se si sospetta una grave condizione, il medico può decidere di effettuare una scansione di immagini a risonanza magnetica per visualizzare l’entità del danno bursa.

Un paziente con borsetta minore è in genere istruito per evitare un’intensa attività, riposare la caviglia il più possibile e applicare regolarmente un pacchetto di ghiaccio per alleviare il dolore e il gonfiore. I farmaci anti-infiammatori oltre-il-contro possono contribuire ulteriormente a ridurre i sintomi. Con una cura adeguata, il borsite tende a risolvere in meno di un mese.

In un caso più grave della borsetta della caviglia, un medico può decidere di iniettare una soluzione di corticosteroidi direttamente nella caviglia per ridurre immediatamente l’infiammazione. Il medico può prescrivere farmaci per il dolore e posizionare la caviglia in una fascetta o in un getto per mantenerlo immobile durante la fase di guarigione. Poche settimane, il medico può valutare la caviglia e organizzare la terapia fisica per aiutare il paziente a ritrovare forza e flessibilità. In casi rari, il borsismo può essere abbastanza grave da richiedere un intervento chirurgico per rimuovere la bursa afflitta.

Cosa è la pyuria?

Pyuria si traduce come pus nelle urine, che significa veramente che ci sia una concentrazione più alta del previsto di globuli bianchi nelle urine di una persona. Ci sono numerosi motivi per cui questa condizione può verificarsi. La diagnosi sottostante può significare che i sintomi di questo elevato numero di globuli bianchi nelle urine potrebbero essere notevolmente diversi.

Per diagnosticare un elevato numero di sangue bianco, il test più comune è una analisi urinaria. La gente dà un campione di urina, in genere semplicemente urinando in una tazza sterile o in un altro dispositivo di raccolta e i laboratori lo valutano in numerosi modi. Dovrebbero trovare il numero di globuli bianchi ad essere molto elevato, che spesso rende l’urina apparire nuvoloso o latteo, il laboratorio informerà poi il medico che aveva ordinato la prova. Sulla base di altri risultati e forse di altri test condotti allo stesso tempo, i medici cercano cause potenziali della condizione.

Una delle cause più comuni di pyuria è l’infezione urinaria (UTI), che può affliggere la vescica, i reni o altre parti del tratto urinario. Un’alta presenza di globuli bianchi può dire che il corpo sta usando le sue difese naturali per combattere l’infezione. Il trattamento principale per una UTI è antibiotici, che possono aiutare nella lotta per distruggere i batteri.

Ci sono altre infezioni batteriche che potrebbero essere indicate da pyuria. Le persone con alcune malattie trasmesse sessualmente come la gonorrea o la clamidia possono talvolta ottenere infezioni nel tratto urinario come conseguenza. Altre malattie come la tubercolosi possono causare la proliferazione dei batteri nei reni o nella vescica e potrebbero determinare un elevato numero di globuli bianchi nelle urine.

A volte le pietre nella vescica, nell’uretro o nel rene aumentano il sangue bianco. In alternativa, l’allargamento di organi o strutture nella regione pelvica genera una reazione a catena cellulare bianca osservabile nell’urina. Anche alcune infezioni parassitarie, come la tricomoniasi, possono causare l’urina in colpa e la condizione può essere trovata in un paziente con polmonite.

Dato le molte cause della condizione, i medici potrebbero non fare affidamento su questo test per una diagnosi completa. Mentre è un’indicazione che qualcosa è sbagliato, non individua la causa. A volte, altri esami fisici portano i medici direttamente ad una diagnosi accurata, ma in altri casi i medici dovranno eseguire altri esami o prove per determinare cosa significa veramente la ricerca della piruria. Ci sono casi chiari, in cui i risultati suggeriscono semplicemente una UTI, che può essere trattata con antibiotici, ma altri pazienti potrebbero richiedere prove aggiuntive per ottenere una diagnosi più accurata della causa sottostante.

L’ampia gamma di cause potenziali suggerisce che può essere difficile per le persone sapere se sono malati. Alcuni segni di possibile piruria sono urine lattiginose o nuvolose e indicazioni di infezione, come la febbre. Purtroppo, le persone con malattie dirette come infezioni batteriche delle vie urinarie sono spesso asintomatiche e non possono notare alcuna differenza nell’aspetto urinario.

Quali sono i segni di una reazione allergica al titanio?

I segni più associati a una reazione allergica al titanio sono quelli causati da una condizione risultante, sindrome da stanchezza cronica (CFS). CFS è caratterizzato da attacchi improvvisi e persistenti di stanchezza, diminuite capacità mentali e debolezza fisica. Poiché il titanio è ampiamente riconosciuto come un metallo biocompatibile, ci sono pochi – se del caso – sintomi allergici causati dal contatto con la pelle. Le eruzioni cutanee, prurito e altre reazioni avverse possono essere invece dovute ad altri metalli che fanno parte di una lega di titanio, come il nichel. Gli scienziati non escludono la possibilità che alcuni individui siano allergici al titanio stesso, tuttavia, poiché la biochimica di ogni persona è unica.

Le persone hanno più probabilità di sviluppare una reazione allergica al titanio come risultato della corrosione degli impianti dentali e chirurgici titanici. Le particelle corrode ionizzano e si legano alle proteine ​​del corpo, portando finalmente a CFS. Un paziente affetto da un’allergia potrebbe svegliarsi una mattina sensazione inspiegabile stanca, indipendentemente da quanto sia stato riposato la notte precedente. La stanchezza persisterà per più di 24 ore e non diminuirà dopo i periodi di riposo entro il giorno. La stanchezza può durare per più di sei mesi e potrebbe essere costante o ricorrente.

I pazienti potrebbero anche trovarsi facilmente confusi o distratti, e potrebbero anche diventare più dimenticanti. Questi e altri sintomi potrebbero peggiorare l’irritabilità del paziente, che è un altro sintomo in sé. Le capacità mentali compromesse sono combinate e peggiorate da una grave incapacità fisica, che spesso impedisce ai pazienti di svolgere le loro attività quotidiane. I sintomi sono spesso accompagnati da emicranie e dolori muscolari.

Anche se il titanio stesso è generalmente accettato come un metallo che non ha effetti duri sulla pelle, molti pezzi di gioielli in titanio contengono tracce di altri metalli che potrebbero causare una reazione. I pazienti con piercing potrebbero verificarsi gonfiori nelle aree colpite, così come arrossamenti e orticaria. I sintomi potrebbero essere erroneamente attribuiti al metallo dominante, titanio, in questi casi. Alcuni esperti ritengono che solo il 4% della popolazione soffre di una vera allergia al titanio.

Nel caso in cui uno di questi sintomi si manifesti, i pazienti devono subito sottoporsi a test di allergia. Il test dovrebbe determinare se il titanio o un altro metallo in traccia sta causando le reazioni allergiche. Se l’origine dei sintomi è un impianto metallico sul corpo, l’impianto deve essere sostituito con uno fatto di materiali che sono stati testati per la sicurezza sul paziente. La prevenzione di una reazione allergica potrebbe risultare difficile, tuttavia, poiché molti cibi e prodotti comuni contengono quantità di tracce del metallo.

Qual è il nervo ilioinguinale?

Il nervo ilioinguinale è un nervo spinale che inizia in basso, avvolge i muscoli addominali inferiori e termina proprio sotto l’inguine. È soprattutto responsabile della trasmissione del dolore e delle altre sensazioni nell’anca. Quando si è infortunato, tuttavia, il dolore è spesso sentito molto più ampiamente, spesso nella coscia interna, nell’inguine e nei genitali.

Quasi tutti gli animali con un fianco e le gambe hanno un nervo ilioinguinale che collega la parte bassa della schiena all’addome. Nell’uomo, è il primo di molti nervi lombari.

Se osservato in isolamento, questo nervo somiglia a un anello leggermente deforme. Cominciando dalla parte inferiore della lombalgia, si distende in entrambe le direzioni, attraversando la parte anteriore del corpo attraverso il muscolo transversus addominale, un muscolo addominale di base che si estende dall’anca alla gabbia. Si conclude appena sotto lo scroto nei maschi e alla base dell’apertura vaginale nelle femmine.

Il nervo ilioinguinale svolge diversi ruoli in luoghi diversi. Quando attraversa per la prima volta i muscoli addominali, ad esempio, è strumentale comunicare con il nervo iliohypogastric. Questo nervo è ciò che controlla il diaframma, che aiuta a regolare la respirazione.

Mentre continua verso il basso, il nervo ilioinguinale è responsabile della trasmissione delle sensazioni dalle cosce e dalle anche superiori. La maggior parte dei sentimenti associati ai movimenti dell’anca e alle lesioni vengono trasmesse attraverso di esso.

Il nervo è anche responsabile di qualche sensazione nei genitali. In questo settore esistono molti nervi, e il nervo ilioinguinale non è un giocatore principale: per esempio, l’eccitazione e la funzione sessuale fanno parte di un sistema separato. Tuttavia, ha un ruolo importante da svolgere quando si tratta di sensazioni di base, come tocco, pressione e dolore.

Il loop ilioinguinal fa parte del sistema nervoso afferente. I nervi afferenti portano messaggi direttamente al cervello e al midollo spinale. I neuroni lungo tutta la lunghezza del nervo trasmettono i segnali di nuovo alla connessione lombare, dove vengono indirizzati la spina dorsale alla parte del cervello che si occupa di sensazione e sensazione.

Il processo effettivo di catturare e inviare i segnali è relativamente uniforme in tutti i nervi, incluso il nervo ilioinguinale. I nervi sono fasci stretti o neuroni, ognuno dei quali ha un recettore. Quando stimolato, i recettori sono scatenati per sparare le sinapsi, che i nervi trasportano le loro fibre ai mozzi in entrambi i casi. I mozzi del ilioinguinal sono nella colonna vertebrale e nella zona del groin. La trasmissione funziona sia da e verso il cervello, con quell’organo che funge da autorità suprema per decidere se il corpo dovrebbe sentire dolore o un’altra sensazione.

La maggior parte delle persone rimane ignaro del loro nervo ilioinguinale finché non viene ferito. L’infortunio è raro grazie al suo collocamento relativamente protetto, tuttavia, e le attività normali di vita di solito non lo esponono a rischio.

I problemi con questo nervo sono spesso il risultato di interventi ingiusti. Le appendicectomia e le isterectomia sono due delle procedure più comuni che portano il coltello del chirurgo molto vicino al nervo, anche se quasi ogni intervento chirurgico che coinvolge l’addome inferiore o genitali può comportare un rischio. Sbattendo il nervo o ferendo i muscoli vicini, causando che il tessuto cicatriziale cresce attraverso il nervo, può portare a un sacco di dolore e disagio.

Le lesioni possono anche portare a danni ilioinguinal, in particolare quando implicano impatti diretti. Questo tipo di infortunio può essere causato da cose come incidenti sportivi, incidenti stradali o cadute e rotture dell’anca. In rari casi, il nervo può anche essere danneggiato nel terzo trimestre di gravidanza. Se l’addome della donna si gonfia più del normale, il feto crescente può mettere una grande pressione sul nervo. Questa condizione è conosciuta come sindrome ipohypogastric idiopatica ed è stimata in meno di una in 1.000 gravidanze.

La diagnosi di una lesione ilioinguinale è spesso la parte più difficile del trattamento del dolore del paziente. Il nervo è quasi mai danneggiato in isolamento, il che significa che molte altre cose possono andare storto allo stesso tempo. A meno che non sia stato effettivamente interrotto, la maggior parte dei problemi nervosi si risolverà nel tempo. I nervi interrotti di solito richiedono un intervento chirurgico, e anche allora avrà bisogno di molto tempo per il recupero.

L’entrapimento del nervo – quando il nervo è intrappolato tra i muscoli o il tessuto cicatriziale ed è fuori dal suo normale posizionamento – talvolta può essere fissato manualmente, di solito attraverso massaggi o pressioni profonde. Sono comuni anche programmi di esercizio fisico che coinvolgono stretching e movimenti di rilascio della tensione.

Per i ceppi o altri danni al nervo, i fornitori di assistenza sanitaria in genere iniziano con un farmaco di dolore ad alta potenza. A seconda dell’entità della lesione, un sollievo antidolorifico standard è sufficiente per fornire sollievo mentre il nervo si ripara. I pazienti che non rispondono a farmaci generici sono in genere prescritti da un blocco nervoso, che è un’iniezione locale che altera la capacità del nervo di sparare le sinapsi del dolore. I blocchi sono procedure più invasive e di solito sono solo correzioni temporanee.

Quali sono i siti di iniezione intramuscolare?

I siti di iniezione intramuscolare sono siti sul corpo che sono stati identificati come adatti per iniezioni intramuscolari. Questi tipi di iniezioni implicano la somministrazione di farmaci in mezzo a un muscolo. I vasi sanguigni che forniscono il muscolo distribuiranno il farmaco in tutto il corpo, permettendo così diffusione dal sito di iniezione. Un certo numero di farmaci possono essere consegnati in questo modo in un ospedale e in un ambiente domestico, e la tecnica di iniezione è relativamente semplice.

Affinché un’iniezione intramuscolare sia efficace e sicura, il gruppo muscolare o muscolare deve essere ragionevolmente grande, con i nervi ei vasi sanguigni più importanti isolati in modo che non possano essere colpiti dall’ago. L’area non può essere dolorosa e il paziente non può avere determinate condizioni come disordini di coagulazione che potrebbero causare complicazioni dopo l’iniezione. Metodi come la consegna orale sono anche preferiti quando sono disponibili per i pazienti e i fornitori di cure.

Quattro siti maggiori del corpo sono comunemente usati come siti di iniezione intramuscolare. Il primo è il muscolo deltoide nel braccio superiore. Questo sito di iniezione è popolare perché è facile da accedere e i pazienti possono esporlo senza molta difficoltà rotolando un manicotto. Tuttavia, questo sito può essere difficile perché è vicino a un nervo maggiore e un amministratore inesperto può posizionare l’ago in modo errato e mettere il paziente in pericolo.

Altri siti di iniezione intramuscolare si trovano nel corpo inferiore. Il medius del gluteo nei glutei è un’opzione, così come il vastus lateralis nella coscia e il sito di iniezione intramuscolare ventrogluteo nell’anca. Quando si selezionano siti di iniezione, i fornitori di servizi sanitari pensano alla salute generale del paziente, al tipo di farmaco somministrato, all’aspetto dei siti disponibili e quanto sarà facile per eseguire l’iniezione.

Un vantaggio nell’uso dei siti di iniezione intramuscolare è che un grande volume di farmaci può essere assorbito dai muscoli. Il tasso di distribuzione è anche relativamente rapido, anche se più lento rispetto alla consegna diretta nel flusso sanguigno, che può essere un vantaggio quando un medico non vuole un farmaco per inondare il sistema di qualcuno. Gli svantaggi possono includere il rischio di sviluppare i muscoli e altri problemi dopo le iniezioni ripetute e il rischio di posizionare l’ago in modo improprio e danneggiare il paziente. Imparare a fornire iniezioni intramuscolari richiede anche un po ‘più di formazione di iniezioni sottocutanee come quelle utilizzate per l’insulina.

Quali malattie possono influenzare la barriera emato-sangue?

La barriera emato-sangue impedisce che molte delle sostanze chimiche nel flusso sanguigno raggiungano il cervello. Ciò significa che i virus ei batteri nel flusso sanguigno non possono raggiungere il cervello, tuttavia, in malattie come la meningite batterica o l’encefalite da HIV, questa barriera viene violata. La barriera emato-sangue è anche influenzata dalla sclerosi multipla, dalla malattia di Alzheimer e da alcuni tumori cerebrali.

Nella meningite batterica, i batteri e la risposta infiammatoria del corpo possono causare una rottura parziale della barriera emato-sangue. Ciò consente ai batteri di entrare nel cervello, dove può causare alcuni sintomi neurologici di meningite come mal di testa e convulsioni. Questo degrado della barriera consente anche agli antibiotici di raggiungere più facilmente il cervello, il che può rendere il trattamento più efficace.

Come la meningite batterica, il virus HIV può anche a volte violare la barriera emato-sangue, provocando l’encefalite da HIV, un’infiammazione del cervello. Nei pazienti con sistemi immunitari compromessi, altri virus possono anche attraversare il cervello e causare disturbi quali la progressiva multiplo leucoencefalopatia (PML). PML, causata dall’infiammazione della materia bianca del cervello, è una malattia molto grave e talvolta fatale.

I tumori del cervello possono anche influenzare questa barriera. Spesso i vasi sanguigni di un tumore hanno una barriera poco sviluppata, permettendo ad alcune sostanze chimiche del sangue di entrare nel cervello. Un tumore più aggressivo farà più danni a questa barriera rispetto a un tumore benigno.

La sclerosi multipla è un’altra malattia che colpisce la barriera emato-sangue. Nella sclerosi multipla, il sistema immunitario attacca la mielina, che protegge i nervi e le cellule cerebrali. In alcuni luoghi, il sistema immunitario è in grado di attraversare la barriera emato-sangue e attaccare le cellule nel cervello.

Alcune prove mostrano l’indebolimento della barriera emato-sangue nei pazienti con malattia di Alzheimer. Questo degrado consente alle sostanze chimiche dal flusso sanguigno di entrare nel cervello, che può causare la morte di alcuni tipi di cellule cerebrali. Ciò può causare o esacerbare i sintomi della malattia di Alzheimer.

La malattia di De Vivo è un’altra malattia della barriera tra sangue e cervello. A differenza di molte altre malattie, che rendono troppo facile l’entrata del cervello nelle sostanze chimiche, la malattia di De Vivo impedisce che i composti necessari attraversino il cervello. La malattia di De Vivo è un difetto genetico in un tipo di cellula che trasporta il glucosio attraverso la barriera emato-sangue. Ciò significa che il cervello non ha abbastanza energia per funzionare normalmente e può portare a problemi neurologici come il ritardo mentale.

Cosa sono i wheals?

I reni sono sezioni della pelle irritata e un po ‘elevata rispetto alla pelle circostante. A volte definito come welts, l’aspetto è spesso ovunque da pallido viola a rosso ardente a colori. Spesso l’area è tenera al tocco e può anche essere prurito. Parecchie condizioni possono generare chirurgia, che vanno dalle reazioni allergiche a qualche tipo di trauma topico alla pelle.

In molti casi, l’aspetto di questi ha a che fare con lo scoppio di una condizione cutanea, come l’orticaria. In un primo momento, i faloni possono sembrare un po ‘pallido di colore rosso, a malapena distinguibili dalla pelle circostante. In un breve periodo, le aree iniziano a elevare e assumere un colore più profondo, rendendole molto evidenti. Mentre i cavalli continuano a formarsi, l’individuo può cominciare a notare che l’area è estremamente tenera, causando un certo grado di dolore ogni volta che la pelle spazzola contro qualsiasi altra superficie. Tipicamente, poiché l’allergia viene trattata e comincia a diminuire, le aree infiammate inizieranno anche a ridurre le dimensioni e il colore pallido finché non stanno avendo più la superficie della pelle.

Possono anche formare i fiocchi a causa di qualche tipo di trauma alla pelle. Ad esempio, si può formare un fascio a causa di una forza sorda che viene a contatto con la pelle, causando danni minori agli strati epidermici. Come l’organismo cerca di riparare i danni, l’area interessata può elevare e assumere prima una tonalità rossa e poi una tinta violacea. La tenerezza può o non può essere presente. Una volta che il corpo guarisce il danno, il colpo scompare rapidamente.

Graffi accompagnano spesso la sua condizione. L’area intorno al graffio aumenta mentre il sistema immunitario si prefigge di proteggere la pelle forata e riparare i danni. In un primo momento, l’area può essere rossa, ma quando il corpo inizia il processo di guarigione, l’arrossamento diminuisce gradualmente. Mentre il graffio si scioglie, il gonfiore inizia anche a diminuire fino a quando la scabbia non è più o meno a livello con l’area circostante.

Quando si tratta di qualsiasi condizione cutanea che ha portato allo sviluppo di wheals, è importante determinare l’origine e rispondere in modo appropriato. Ciò significa spesso astenersi dal prurito anche quando il desiderio è molto forte, in quanto ciò aggraverà solo la pelle danneggiata o infiamma l’eruzione cutanea. Spesso, oltre i prodotti controparti come salve e pomate aiuterà a facilitare il prurito e facilitare anche il processo di guarigione. Se la condizione persiste, consultare un medico per opzioni di trattamento più aggressive.

Come faccio a trattare le vesciche sulla pelle?

Non toccare mai le bolle sulla pelle senza prima lavare le mani. Una volta che le mani sono pulite, sterilizzare un utensile che è possibile utilizzare per scaricare i blister. Non rimuovere la pelle, anche dopo che tutto il fluido è stato rilasciato. Applicare unguento antisettico ad ogni ferita e coprire. Mantenete le bolle pulite e consultate un medico se notate modifiche allarmanti.

Anche se queste vesciche possono essere considerate come una condizione minore, è importante rendersi conto che esiste il rischio di diventare problemi più grandi. Se non vengono curati in modo adeguato, queste ferite possono diventare motivi di raccolta per l’infezione. Per ridurre le probabilità di questo accadere, è meglio indossare guanti ogni volta che si deve toccare la ferita o quando qualcuno lo tocca. Se non sono disponibili i guanti, è necessario assolutamente assicurarsi che le bolle non siano toccate solo dopo che le mani siano state lavate con sapone antibatterico.

Molte persone commettono l’errore di lasciare un blister per sgonfiarsi da solo. Non fare lo stesso. Se hai vesciche sulla pelle, è meglio rilasciare il fluido da soli. Prima di tentare di farlo, disinfettare le blister e le aree circostanti. Poi disinfettate un elemento che puoi usare per forare o tagliare ogni blister.

Fare una piecatura o un’incisione alla base del blister. Non è necessario fare questo tutto il modo intorno a esso. Basta avere un’apertura che permetterà sufficientemente di fluire il fluido. Una volta che il blister ha drenato, non essere tentato di rimuovere la pelle che precedentemente conteneva il liquido. Vuoi lasciare la pelle in posizione per proteggere la nuova pelle che sta sviluppandosi sotto di essa.

Applicare una crema antisettica su tutta la bolla e tutta la strada che lo circonda. Dopo aver fatto questo, decidere se si desidera utilizzare una fasciatura o una garza. Applicare la benda o la garza sopra il sito della ferita. Non farlo troppo stretto. Inoltre non permettere che la parte appiccicosa del rivestimento si attacchi al blister vuoto perché è probabile che strappa la pelle che conteneva il fluido. Fai questo con tutti i tuoi blister.

Dovresti conservare i siti delle ferite coperti per diversi giorni. Questo non significa che non dovresti mostrare loro alcuna attenzione. Potrebbe essere necessario pulirli e recuperarli più volte. Prestare attenzione a ciò che sta succedendo con le vesciche sulla pelle mentre state cercando di farli guarire. Se sembrano infettati o che non si guariscono in un tempo ragionevole, è necessario cercare un trattamento medico.

Che cosa è un microadenoma pituitario?

Un microadenoma pituitario è un piccolo tumore non cancerogeno che si forma nella ghiandola pituitaria. È definito medico come una massa di diametro inferiore a circa 1 centimetro (10 millimetri) che cresce lentamente e non porta alcun rischio di metastasizzazione o di diffusione ad altre parti del cervello o del corpo.

Mentre i microadenomani ipofisari sono benigni, possono ancora causare problemi se interrompono la produzione ormonale normale. Un microadenoma può aumentare o alterare i livelli di ormone della crescita, ormone adrenocorticotropo (ATCH) o prolattina. I sintomi possono variare ampiamente e talvolta diventare pericolosi per la vita, ma la diagnosi precoce e il trattamento con farmaci o interventi chirurgici possono impedire che la maggior parte dei pazienti subisca gravi complicazioni.

È spesso difficile trovare una causa fondamentale per un microadenoma pituitario. I fattori genetici sono probabilmente la principale causa di contributo, ma i medici non hanno ancora individuato mutazioni specifiche o modelli genetici che portano allo sviluppo dei tumori. La maggior parte delle persone che hanno questo tumore sono più di 60 anni. Le femmine sono leggermente più sensibili dei maschi per ragioni che non sono del tutto chiare.

Alcuni microadenomani non alterano la secrezione di ormoni ma causano ancora sintomi generali, come mal di testa, disturbi della vista e nausea. Un microadenoma pituitario che aumenta i livelli di prolattina può causare disfunzione erettile negli uomini, periodi assenti nelle donne o infertilità totale in entrambi i sessi. La sovrapproduzione dell’ormone di crescita può portare ad acromegalia, una condizione cronica in cui i tessuti e le ossa del corpo crescono incontrollamente e causano disfigurement. Possono verificarsi gravi ghiandole surrenali e problemi tiroidei con tumori che producono ATCH e TSH.

La diagnosi di un microadenoma pituitario comporta la revisione della storia medica e familiare completa di un paziente e l’esecuzione di una serie di test. I test di sangue possono rivelare un’attività ormonale insolita e possibili anomalie genetiche. Tumori possono essere normalmente osservati su scansioni di tomografia computerizzata e altri test di imaging, anche se a volte è necessaria una procedura chirurgica esplorativa per individuare una massa molto piccola. Le decisioni di trattamento possono essere considerate una volta che si scopre un microadenoma e tutti i sintomi sono stati identificati.

La chirurgia per rimuovere un microadenoma pituitario è il trattamento della scelta nella maggior parte dei casi, anche se non sempre possibile a causa della salute generale dei pazienti o delle condizioni specifiche sottostanti. Inoltre, è possibile che un tumore possa tornare dopo che è stato rimosso. Quando la chirurgia non è consigliabile o inefficace, i pazienti iniziano generalmente i regimi di farmaci quotidiani con farmaci destinati a bloccare gli ormoni particolari che vengono sovrastamcolati. Alcune persone hanno bisogno di prendere farmaci per il resto della loro vita per impedire che i sintomi peggiorino o ritorni.

Che cosa è il ripristino del tumulo?

La resezione transuretrale della prostata (TURP) è una procedura per alleviare i sintomi dell’allargamento della prostata benigna nei maschi. TURP è un’opzione di trattamento molto efficace che ha pochi rischi di complicazioni e un tempo relativamente rapido di recupero. In generale, il recupero di TURP dura circa sei settimane, durante i quali i pazienti potrebbero avere bisogno di utilizzare cateteri urinari e ottenere un sacco di riposo. Molti uomini ritengono che il recupero di TURP sia abbastanza scomodo, soprattutto nella prima o due settimane, ma il dolore e altri sintomi tendono a dissipare rapidamente nelle fasi successive della guarigione. È importante ricercare eventuali rischi e discutere di preoccupazioni con un medico prima di decidere di sottoporsi alla procedura.

Durante la chirurgia TURP, un lungo tubo sottile chiamato resettoscopio viene inserito attraverso l’uretra e usato per tagliare il tessuto obstructive dalla prostata. Subito dopo la procedura, il paziente viene ammesso in una stanza ospedaliera per iniziare un recupero TURP da uno a due giorni in ospedale. Le prime 24 ore in genere coinvolgono il resto del letto e ricevono fluidi e farmaci dolorosi attraverso una linea endovenosa. Un catetere viene posizionato attraverso l’uretra per aiutare a rimuovere l’urina e per scaricare il sangue dal sito chirurgico. Prima di lasciare l’ospedale, un medico spiegherà come curare il catetere e fare attenzione alle complicazioni a casa.

Il catetere urinario di solito deve essere indossato per circa una settimana in casa, che può essere scomodo e talvolta doloroso. La borsa dell’urina deve essere cambiata regolarmente e il catetere si pulisce occasionalmente. Molti pazienti vengono somministrati farmaci anti-spasmodici per aiutare a rilassare i muscoli della vescica e ridurre le possibilità dell’organo cercando di forzare il catetere dal corpo. Dopo che il catetere viene rimosso, un uomo può scoprire che ha urgenti ma improduttive urine. Il tempo, il riposo, i farmaci e seguendo i consigli dei medici possono aiutare a porre fine ai problemi urinari.

La maggior parte degli uomini che stanno facendo bene nel recupero di TURP può tornare ad un basso livello di attività fisica nelle prime due settimane e gradualmente tornare ai normali livelli di attività nel mese successivo. La maggior parte dei medici suggerisce che i pazienti evitare di provare il sesso per circa due mesi per evitare possibili complicazioni. La chirurgia di TURP interrompe il flusso di sperma, causando solitamente una condizione chiamata eiaculazione retrograda in cui il liquido seminario viene dispensato nella vescica anziché dal pene. Mentre la fertilità è influenzata, la capacità sessuale e il desiderio sono di solito lasciati intatti. Se si verifica una disfunzione erettile o un paziente perde il desiderio di impegnarsi nel sesso, può parlare con il proprio medico circa possibili rimedi.

Il recupero di TURP è generalmente completo dopo due mesi. Gli uomini che hanno ancora problemi di annullamento delle urine possono avere bisogno di rimanere sui farmaci o di sottoporsi a interventi chirurgici aggiuntivi. Le verifiche occasionali con un medico sono importanti per tenere d’occhio i cambiamenti nella salute della prostata. Per la maggior parte dei pazienti, le future infezioni della prostata, gli ostacoli e i tumori possono essere evitati interamente.