È l’amianto pericoloso?

L’amianto è un materiale molto utile, ma è anche estremamente pericoloso. È composto da sei minerali fibrosi separati – crisotile, crocidolite, amosite, tremolite, antofillite e actinolite. Anche se è stato utilizzato in una varietà di prodotti fin dagli inizi del 1900, non è stato fino agli anni Sessanta e Settanta che i suoi effetti sono diventati chiari. Le persone esposte a questo materiale possono sperimentare una serie di problemi di salute.

Quasi tutti sono stati esposti ad una qualche forma di amianto durante la loro vita quotidiana. È estremamente resistente al calore e così viene utilizzato in prodotti come i pastiglie freno per veicoli, le tegole per coperture e le piastrelle per pavimenti. È anche comunemente presente in vecchi isolanti per condotte di riscaldamento e condotte idriche. L’uso di tali prodotti è diminuito rapidamente negli Stati Uniti nel tardo 20 ° secolo, ma è ancora comunemente utilizzato in alcuni paesi in via di sviluppo.

Quando lasciato in uno stato indisturbato, l’amianto non è dannoso. Tuttavia, tagliandolo o strappandolo rilascia piccole particelle fibrose nell’aria. Questi non si dissolvono e possono rimanere indefinitamente. L’inalazione di queste fibre per un lungo periodo di tempo può causare una varietà di disturbi respiratori e polmonari, problemi cardiaci e alcuni tipi di cancro, compreso il mesotelioma.

Mentre l’esposizione minima non può causare problemi, molte persone ancora scelgono di assumere società di abbattimento per rimuovere i prodotti di amianto dalle loro case, scuole, edifici per uffici. I lavoratori di abbattimento indossano abiti isolati e maschere con caschi destinati a vietare la penetrazione della sostanza. Inoltre assicurano e isolano l’area in modo da assicurare che tutta la polvere ei sottoprodotti siano contenuti.

Una delle condizioni più comuni causata dall’esposizione all’amianto è l’asbestosi, una condizione in cui il tessuto polmonare diventa cicatrici. Le persone con questa condizione hanno un respiro corto, tosse cronica e, in fase avanzata, spasmi. Non esiste una cura nota per l’asbestosi. I lavoratori che i minerali per i materiali utilizzati per creare l’amianto sono ad un rischio maggiore per l’esposizione, così come i dipendenti degli stabilimenti di produzione in cui vengono prodotti prodotti di amianto.