Cosa è la fibrosi muscolare?

La fibrosi muscolare è la formazione eccessiva di fasce fibrose di tessuto cicatriziale tra fibre muscolari. Anche se la fibrosi può svilupparsi in qualsiasi organo, gli unici due tipi di fibrosi muscolari noti sono fibrosi muscolari scheletriche e fibrosi muscolare cardiaca. Lo sviluppo anormale della fibrosi può causare debolezza muscolare, affaticamento e incapacità di eseguire semplici attività quotidiane.

Quando il tessuto connettivo fibroso si forma in quantità moderate, è una parte normale del processo di guarigione del muscolo. Il tessuto cicatriziale fibroso si sviluppa dopo che il muscolo è stato danneggiato per riempire gli spazi aperti nel muscolo ferito, fornendo più superficie per le fibre muscolari rigeneranti ad aderire. Le cellule del tessuto connettivo che comprendono i tessuti cicatriziali non sono in grado di contrattare e rilassarsi per consentire il movimento. Una volta che inizia la sovrapproduzione del tessuto cicatrizzato fibroso, il muscolo diventa progressivamente più debole.

La fibrosi cardiaca si verifica quando si formano anomali quantità di tessuto cutaneo fibroso all’interno del muscolo cardiaco. La sovrapposizione del tessuto cicatriziale può avvenire dopo un attacco cardiaco o si verifica come la malattia cardiaca avanza e il muscolo cardiaco diventa rigido e incapace di pompare efficacemente il sangue. Molte persone provano frequentemente dolore al torace e affaticamento dopo la fibrillazione cardiaca inizia.

La fibrosi muscolare scheletrica può essere un sintomo di un disturbo muscolare. Alcune persone con distrofia muscolare di Duchenne o Becker sviluppano grandi quantità di tessuto fibroso mentre il tessuto muscolare sana degrada. La malattia di Lou Gehrig, o la sclerosi laterale amyotrofica (ALS), è una condizione invalidante che provoca la formazione di grandi quantità di fibrosi muscolare dopo denervazione, separazione del nervo e atrofia muscolare scheletrica.

La diagnosi della fibrosi muscolare scheletrica può essere effettuata dopo la somministrazione di una serie di test. Una biopsia del tessuto muscolare può essere sottoposta a screening per la presenza di tessuto fibroso all’interno del muscolo. La valutazione fisica della forza muscolare funzionale può indicare una debolezza anomala comune dopo la formazione di fibrosi. Altri fattori che possono indicare la fibrosi nel muscolo sono la cattiva postura e il coordinamento ridotto quando si cammina o svolge attività quotidiane.

Il dolore e la mobilità limitata causati dalla fibrosi muscolare possono essere trattati con una combinazione di metodi. La terapia fisica può essere consigliata per allungare i muscoli affetti da fibrosi, che possono aumentare la forza e promuovere un movimento più facile del muscolo. Possono essere raccomandati farmaci antiinfiammatori non steroidei (FANS) e l’applicazione di pacchetti di ghiaccio per alleviare qualsiasi dolore e rigidità nel muscolo.

La chirurgia può essere necessaria per rimuovere le fasce fibrose del tessuto cicatriziale dal muscolo scheletrico. La rimozione della fibrosi può consentire la formazione di fibre muscolari sane. La procedura può includere una resezione prossimale del muscolo o rilascio chirurgico della fascia fibrosa. Dopo l’intervento chirurgico, il muscolo sarà immobilizzato per diverse settimane per consentire una rigenerazione ottimale delle fibre muscolari.