Come faccio a trattare un muscolo pettorale strappato?

Un muscolo pettorale è uno dei due principali muscoli del torace che aiutano nel movimento delle spalle e delle braccia superiore. Un muscolo pettorale strappato o tesa può essere riconosciuto dal dolore toracico, gonfiore, l’incapacità di sollevare oggetti e la mobilità limitata del corpo superiore. Un muscolo tormentato si verifica quando le fibre che compongono la rottura muscolare. A seconda della gravità, per trattare un pecorino strappato, la maggior parte dei medici raccomanda il trattamento R.I.C.E – riposo, ghiaccio, compressione e elevazione. Nei casi più estremi, può essere richiesto un intervento chirurgico per recuperare completamente.

Riposare il muscolo ferito è estremamente importante, in quanto dà il tempo muscolare per guarire. Poiché le prime 48 ore sono considerate il momento più critico dopo un infortunio, i medici affermano che il riposo è essenziale per trattare un muscolo pectoral strappato. Ogni attività che utilizza il muscolo toracico dovrebbe essere limitata, incluso il sollevamento. Potrebbe essere necessario utilizzare un dispositivo che immobilizza questa zona, ad esempio una fionda.

Durante le prime 48 ore dopo l’infortunio, i medici consigliano anche di applicare ghiaccio per trattare una pettorale strappata, che aiuterà a ridurre il dolore e il gonfiore. Possono essere utilizzati pacchetti ghiaccio regolari, o ghiaccio avvolto in un asciugamano e anche un sacchetto di verdure surgelate. Il muscolo danneggiato deve essere ghiacciato ogni due o quattro ore per non più di 20 minuti alla volta. Agitare l’area per periodi più lunghi può provocare ulteriori danni al tessuto. Si consiglia anche di spostare la confezione di ghiaccio e non lasciarlo sedere in un punto per troppo tempo.

Un altro modo per contribuire a ridurre il gonfiore di un muscolo pettorale strappato è compresso l’area. Utilizzando un involucro di petto o una benda ACE intorno al muscolo pettorale ferito dovrebbe fare il trucco. Tuttavia, è importante assicurarsi che non sia troppo stretto o tagliare la circolazione. Se si sente troppo stretto o c’è una sensazione di palpitazione nella zona, togliere l’involucro e riapplicarlo.

Alzare l’area ferita, che può anche contribuire a ridurre il gonfiore, è anche raccomandata per trattare un muscolo pettorale strappato. Il lato danneggiato deve essere mantenuto al di sopra del cuore. Questo può essere fatto appoggiando il braccio e la spalla feriti su alcuni cuscini o posizionando sul lato opposto.

Per una lacrima più grave che non sembra guarire da solo, la ricerca di un aiuto medico può essere necessario per trattare il tuo muscolo pettorale strappato. Il medico probabilmente consiglierà la terapia fisica, ma in casi più gravi può consigliare la chirurgia. In alcuni casi, questa operazione può essere l’unico modo per guarire correttamente il muscolo.