Che cosa è la terapia con corticosteroidi?

La terapia con corticosteroidi si riferisce all’uso medico di varie forme di corticosteroidi per trattare una varietà di condizioni. La terapia potrebbe essere intrapresa per brevi periodi di tempo per affrontare qualcosa come la dermatite da contatto, o alcune persone prenderanno uno degli steroidi per la maggior parte del tempo per le condizioni infiammatorie croniche o per una risposta immunitaria noiosa. Ci sono molti modi in cui possono essere consegnati steroidi, inclusi oralmente, topicamente o per via inalatoria nasale o bronchiale. Possono essere utilizzati diversi tipi di steroidi e la consegna e il tipo possono cambiare effetti collaterali comuni.

I pazienti sottoposti a terapia con corticosteroidi orali spesso assumono farmaci come il prednisone. L’uso potrebbe essere breve o lungo termine. Le persone che hanno trapianti possono essere sugli steroidi per la maggior parte del tempo e quelli con disturbi autoimmuni o condizioni come la malattia di Crohn potrebbero prendere prednisone o altri farmaci ogni giorno. Questi possono ridurre gli effetti collaterali delle condizioni sanitarie, anche se presentano anche una serie di effetti collaterali, che possono essere onerosi.

Gli effetti collaterali della terapia orale corticosteroide includono arrotondamento del viso, disturbi dello stomaco, alterazioni dell’umore, crescita dei peli in eccesso, insuccesso di crescita o conseguimento di normali sviluppi nei bambini, ritenzione idrica, aumento di peso, predilezione verso infezioni da funghi, sviluppo di ossa debole e maggiore rischio Del diabete. La maggior parte di questi effetti collaterali non preoccupa le persone su un regime a breve termine. L’uso a lungo termine è associato a un rischio maggiore di effetti collaterali. I medici devono valutare attentamente i vantaggi della terapia più lunga e dei rischi del trattamento.

Altre forme di terapia tendono ad essere specifiche del sito. Quando una persona è stata somministrata una crema o unguento per corticosteroidi per applicare sulla pelle, il grado a cui potrebbe provocare effetti come quelli sopra elencati ha a che fare con il tipo e la forza della crema e la durata dell’uso. La medicina può entrare nel sangue attraverso la pelle. L’uso a breve termine su una piccola area della pelle è improbabile che crea gran parte di un problema, e i medici tipicamente suggeriscono la più bassa resistenza allo steroide possibile per il più breve periodo possibile. Questa non è sempre la scelta giusta e il rischio di utilizzare creme più forti per periodi più lunghi può essere superiore alle prestazioni maturate.

Associati ad un minor numero di effetti collaterali, vengono inalati, attraverso bocca o naso, steroidi, spesso prese per cose come l’asma, l’allergia o il disturbo polmonare cronico ostruttivo (BPCO). La terapia con corticosteroidi di questi tipi tende ad essere ben tollerata, anche se alcune persone si irritano dal processo di inalazione. Ci sono alcuni maggiori rischi di sviluppare il glaucoma, in particolare se la medicina entra negli occhi, ma questo può essere valutato con regolari esami occhio per valutare la pressione intraoculare.

In definitiva la terapia con corticosteroidi è di straordinario uso nella medicina, nonostante alcuni effetti collaterali che possono essere indesiderati. È una parte essenziale del trattamento per molte condizioni, e c’è più di uno steroide che potrebbe essere provato. Ad esempio, alcune persone che prendono prednisone per via orale ritengono di avere meno effetti collaterali con farmaci come il budesonide orale (Entocort®). Stabilire rapporti di lavoro con un medico di comprensione è il modo migliore per trovare la terapia più efficace con meno effetti collaterali.

Quali sono i nodi di Heberden?

I nodi di Heberden sono protesi gonfie e tenere del tessuto osseo e cartilagineo che si sviluppano nelle articolazioni delle dita o delle punte. Sono una conseguenza dell’osteoartrosi e spesso uno dei primi segni della malattia articolare degenerativa. Nella maggior parte dei casi, i nodi si sviluppano progressivamente per diversi mesi o anni, ma è possibile l’inizio acuto del dolore e del gonfiore. Mentre non c’è una cura per l’osteoartrite, prendere farmaci anti-infiammatori e evitare di mettere troppo stress sulle dita può aiutare a alleviare i sintomi. La chirurgia può essere necessaria se i nodi di Heberden compromettono in modo significativo la capacità di una persona di gestire le attività quotidiane.

Le articolazioni interfalangee distali, le ultime articolazioni delle dita e delle dita, sono suscettibili ai nodi di Heberden. Sono spesso accompagnati da sporgenze anche nelle giunture medie, noti come i nodi di Bouchard. Non è chiaro esattamente perché i nodi si sviluppano o che provocano la malattia osteoartrite sottostante, ma i medici credono che siano responsabili una combinazione di fattori genetici e ambientali. Le persone con storia familiare di artrite hanno maggiori probabilità di sviluppare problemi a un certo punto della loro vita. L’usura e la rottura sulle articolazioni delle dita possono anche contribuire all’insorgenza di questa condizione.

Un nodo in via di sviluppo è caratterizzato da un gonfiore lieve su uno o su entrambi i lati di un giunto dito. Nel corso del tempo, il gonfiore peggiora e la sporgenza diventa dura e tenera al tatto. I nodi di Heberden possono causare rigidità nelle dita che limita la gamma di movimento della mano. Il dolore costante e l’indebolimento progressivo delle dita possono fare anche le più semplici attività come la digitazione o la presa di una penna molto scomodo. La maggior parte delle persone che hanno l’osteoartrosi nelle loro dita o piedi hanno anche dolore alle ginocchia, ai fianchi, ai polsi e alle caviglie, anche se i sintomi possono essere meno evidenti in altre articolazioni.

Un individuo che sperimenta peggioramento del dolore e gonfiore nelle sue dita dovrebbe visitare un medico. Uno specialista può controllare fisicamente le dita e ordinare i raggi x per studiare la struttura interna delle articolazioni. I raggi X possono rivelare la cartilagine danneggiata o deteriorata e le proiezioni ossee insolite. Il medico può anche decidere di eseguire esami del sangue o estrarre un campione di fluido congiunto per escludere altri tipi di artrite e altre possibili cause di gonfiore articolare.

Una volta che è stata effettuata una diagnosi, il medico può spiegare diverse opzioni di trattamento. La maggior parte dei pazienti viene istruito per prendere farmaci anti-infiammatori quando i loro sintomi sono i peggiori e cercare di evitare di usare le dita affaticate quanto più possibile. Se il gonfiore è grave, un medico può iniettare un corticosteroide direttamente in un giunto per abbattere il gonfiore e il dolore intorpidito. I nodi persistenti di Heberden possono essere trattati chirurgicamente escitando la sporgenza e riallineando il giunto.

Cosa posso fare dopo un test di gravidanza inconcludente?

Un test inconcludente di gravidanza può verificarsi per diverse ragioni, tra cui un test difettoso, una cattiva tempistica, un uso di farmaci per la fertilità o un errore umano. Entrambi i test di gravidanza in casa e le prove del sangue ordinate dal medico possono essere inconcludenti. Se hai un test di gravidanza inconcludente, le tue opzioni sono di prendere un’altra prova subito, aspettare qualche giorno prima di ripetere il test o parlare con il medico di altri metodi per determinare se sei incinta.

Sia le urine che le prove di gravidanza del sangue misurano i livelli di gonadotropina corionica umana (hCG) nel tuo corpo. Questo ormone è misurato in unità milli-internazionali per millilitro, o mIU / ml, ei livelli dovrebbero raddoppiarsi ogni due o tre giorni durante le prime otto settimane. Ad esempio, durante le prime due settimane dopo la concezione, i livelli di hCG sono mediamente compresi tra 25-200 mIU / ml e durante la seconda due settimane il livello aumenta tra 100 e 5.000 mIU / ml. I livelli sono al massimo intorno all’ottava settimana di gravidanza e poi continuano a diminuire durante il secondo e terzo trimestre.

Un risultato inconcludente può verificarsi se i livelli di hCG sono inferiori alla gamma normale in cui dovrebbero essere presenti durante la gravidanza. I test di urina sono meno sensibili delle prove del sangue, quindi se prendi uno il primo giorno che ti manca il periodo, è possibile che i livelli di hCG non siano ancora rilevabili. I test di gravidanza in casa possono anche essere difettosi se sono scaduti o utilizzati in modo errato, quindi la sperimentazione con un nuovo kit può fornire risultati diversi. Anche i test del sangue possono essere inconcludenti durante la gravidanza molto presto, soprattutto se hai calcolato la tua data di ovulazione. In attesa di qualche altro giorno prima del riesame, l’ormone ha la possibilità di aumentare all’interno del proprio corpo, che può consentire un test più accurato.

Prendere le iniezioni hCG come parte di un piano di trattamento per la fertilità può anche creare un risultato inconcludente se non aspetti che hCG abbia la possibilità di liberare il tuo corpo. Ciò può richiedere fino a due settimane, e prima di provare, potrebbe creare un falso positivo. Il vostro medico o il medico di fecondità ti aiuterà a determinare il momento migliore per prendere un test di gravidanza se stai ricevendo trattamenti di fertilità.

L’aborto spontaneo durante il ciclo precedente può anche causare un test inconcludente perché l’hCG rimane nel corpo fino a sei settimane dopo un aborto spontaneo. Alcune donne spariscono prima ancora di sapere che sono incinte, quindi se aveste avuto un aborto spontaneo, lo avessero compiuto per il tuo ciclo mestruale e hanno preso troppo presto la prova, la prova potrebbe ancora registrare hCG dalla gravidanza precedente. In questo caso, è necessario attendere un po ‘di tempo prima di riprovare.

Se si dispone di un test di gravidanza inconcludente, ma si sente fortemente che lei è incinta, è possibile parlare con il medico per avere un ultrasuono precoce. La maggior parte degli ultrasuoni, tuttavia, non riesce a rilevare la gravidanza prima di circa cinque settimane nel periodo di gravidanza. Per quanto difficile può essere, aspettare alcuni giorni supplementari prima di ripetere il test è di solito l’opzione migliore quando il primo resto della gravidanza è inconcludente.

Come uso l’olio d’oliva per la cera d’oro?

Se si ha una quantità eccessiva di accumulo di cera d’orecchio e si desidera provare un metodo fai da te per la pulizia delle orecchie, è possibile provare a utilizzare l’olio d’oliva per la rimozione di cera d’oro. Riscaldando l’olio ad una temperatura confortevole e calda e inserendolo nel canale dell’orecchio, potete ammorbidire la cera d’oro e scaricarla dall’orecchio. Proprio come altri metodi di rimozione, l’uso di olio d’oliva richiede alcune precauzioni di sicurezza. Ad esempio, devi stare attenti a evitare temperature calde e ad inserire qualsiasi strumento nel tuo orecchio. Se questo metodo di rimozione non funziona per te, consultare un medico per altre opzioni.

È necessaria una certa quantità di cera d’oro, in quanto protegge la pelle nel canale dell’orecchio e aiuta a mantenerla pulita e lubrificata. Un eccesso di accumulo di cera d’orecchio o cera d’orecchio impattato, tuttavia, può causare alterazioni dell’udito e dell’infezione e può persino impedire gli apparecchi acustici. Quando questo accade, diventa necessario rimuovere la cera d’oro.

Per utilizzare l’olio d’oliva per la rimozione di cera d’oro, riscaldare l’olio ad una temperatura calda e giacere sul fianco. Mettere alcune gocce dell’olio di oliva nel canale dell’orecchio. Lascia lì per qualche istante in modo che possa ammorbidire e fondere l’accumulo di cera d’orecchio. Girare la testa verso il lato e lasciarla liberare naturalmente dal tuo orecchio su un lavandino o un tovagliolo pulito. Sostituire l’olio d’oliva con acqua pulita e ripetere il procedimento per completare la rimozione della cera d’oro.

Una volta fatto correttamente, l’uso di olio d’oliva per la rimozione di cera d’orecchio può essere un metodo sicuro e efficace per la pulizia dell’orecchio, ma ci sono alcuni suggerimenti da considerare. Ad esempio, verificare la temperatura prima di inserire l’olio d’oliva. L’olio d’oliva dovrebbe essere abbastanza caldo per ammorbidire la cera d’oro ma abbastanza confortevole da toccare senza bruciare la pelle.

Inoltre, accertarsi che le siringhe oi droppers utilizzati per inserire l’olio d’oliva e l’acqua sono sterili e non venire a contatto con l’orecchio. Non è necessario inserire strumenti nel canale uditivo per inserire l’olio d’oliva e l’acqua. Evitare di usare tamponi di cotone o altri strumenti per aggiungere o rimuovere l’olio d’oliva e l’acqua. Se l’olio e l’acqua non si svuotano completamente dall’orecchio quando si inclinano la testa, è possibile rimuovere l’eccesso con un panno pulito. Se l’uso di olio d’oliva non aiuta, la cera d’oro influenzata potrebbe essere abbastanza grave da un professionista medico deve rimuoverlo.

Cosa è l’eminenza allora?

L’eminenza thenar è un termine dato a un gruppo muscolare situato nel pollice e sul palmo della mano. La funzione primaria del gruppo muscolare è quella di consentire i diversi tipi di movimenti muscolari eseguiti dal pollice. Il nervo responsabile di fornire l’alimentazione nervosa a questa zona del corpo è conosciuto come il nervo mediano.

Ci sono tre muscoli primari che lavorano insieme per creare il gruppo muscolare conosciuto come l’eminenza thenar. Il primo di questi muscoli è conosciuto come l’abductor pollicis brevis. Questo muscolo aiuta a ruotare il pollice. Aiuta anche il pollice ad avere la capacità di allontanarsi dal dito indice. Questo muscolo è interessato quando la sindrome del tunnel carpale è presente, impedendo la pronazione del primo dito, altrimenti chiamata pollice.

Il flexic pollicis brevis è un altro muscolo che costituisce l’eminenza thenar. Questo muscolo aiuta le articolazioni del pollice per eseguire movimenti come flessione e pronazione. Il polmone flexor brevis muscolo si inserisce nella base del primo dito.

Il terzo muscolo che costituisce il gruppo è il pollicis avversario. Questo è un piccolo muscolo a forma di triangolo che si trova nella mano. Questo muscolo lavora per flettere e rapire il primo dito, più comunemente indicato come il pollice.

La maggior parte dei muscoli situati nella mano ricevono le rispettive forniture nervose dal nervo ulnare. Tuttavia, l’eminenza thenar viene fornita dal nervo mediano. Le uniche eccezioni sono i muscoli lumbrici, che sono responsabili della flessione delle articolazioni delle dita.

La sindrome del tunnel carpale è una condizione medica comune che colpisce l’eminenza thenar e le aree circostanti. La sindrome del tunnel carpale si verifica quando il nervo mediano, situato in mano, diventa compresso. Questa pressione impedisce ai muscoli della mano di funzionare correttamente, causando dolore e perdita di forza. Spesso, i sintomi di questa condizione appaiono gradualmente e sono più comuni nelle vocazioni come la digitazione, quando è necessario il movimento ripetitivo della mano o del polso.

Ci sono diversi tipi di trattamenti disponibili per la sindrome del tunnel carpale, a seconda della gravità della condizione e della risposta individuale dei pazienti alla terapia. Se viene diagnosticata presto, questa condizione può essere spesso gestita da farmaci e medici controllati. In alcuni casi, la chirurgia viene scelta come migliore opzione di trattamento. Il recupero completo dopo l’intervento chirurgico è possibile, anche se generalmente occorrono diversi mesi per una completa guarigione.

Cosa è il grasso saturo?

Il grasso saturo è una delle due principali categorie di grassi che appaiono negli alimenti. Si distingue dal grasso insaturo in quanto non vi sono doppi legami tra gli atomi di carbonio nel suo trucco chimico, in modo che gli acidi grassi siano saturi con idrogeno. Il grasso saturo naturale, come il grasso trovato negli alimenti a base di animali, si raffredda, mentre il grasso insaturo, come l’olio d’oliva, è naturale. Il grasso saturo ha meno probabilità di rovinare il grasso insaturo e più stabile durante la cottura.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO), insieme ai centri statunitensi per il controllo delle malattie (CDC) e Food and Drug Administration (FDA), sollecita le persone a limitare l’assunzione di grassi saturi, come molti esperti lo hanno collegato con malattie cardiovascolari. Una dieta ad alto contenuto di grassi saturi può portare ad un elevato colesterolo, che a sua volta può portare ad aterosclerosi, malattie cardiache coronarie e ictus. L’assunzione di grassi saturi aumenta i livelli di lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) – questo è il colesterolo “cattivo”. Il grasso insodurato, invece, aumenta i livelli di lipoproteine ​​ad alta densità (HDL), determinando un profilo di colesterolo desiderabile.

Mentre il grasso è una parte necessaria di una dieta sana, la maggior parte dei nutrizionisti concorda sul fatto che il maggior numero di fonti di grassi possibili dovrebbero essere insaturi, grassi non idrogenati, come quelli che si trovano in olio d’oliva, pesce, noci e avocado. Il grasso saturo si trova principalmente in prodotti animali, tra cui carni e prodotti lattiero-caseari, ma si trova anche in alcune fonti vegetali. L’olio di cocco, l’olio di semi di cotone e l’olio di palmo di kernel contengono grassi saturi, per esempio.

L’American Heart Association (AHA) suggerisce che i grassi saturi non dovrebbero costituire più del sette per cento del consumo quotidiano calorico. Per gestire il colesterolo, prendere in considerazione la sostituzione di grassi saturi dove possibile con grassi insaturi. Utilizzare l’olio di oliva quando invece cucinare invece di burro e scegliere pesce più spesso di carne rossa. Il grasso insodurato non solo aumenta i livelli di HDL, ma abbassa anche i livelli di LDL. Mentre le più recenti linee guida della FDA hanno raccomandato che i grassi insaturi non dovrebbero superare il 30% del proprio consumo giornaliero di calorie, le nuove linee guida hanno eliminato questo limite.

Va anche osservato che quando si seleziona una fonte ideale di grassi sani nella dieta, è importante considerare completamente la fonte. Tutti i prodotti con basso contenuto di grassi saturi non sono necessariamente sani. Quando si sceglie fonti per i grassi sani, è importante preferire fonti più naturali e meno elaborate.

Qual è l’ultrasuono transrectale?

Un ultrasuono transrectale utilizza le onde sonore per creare un’immagine dell’interno del corpo. Viene spesso utilizzato per esaminare gli organi pelvici maschili. L’uso più comune dell’ecografia è quello di vedere la ghiandola prostatica e lo schermo per il cancro alla prostata. Una volta completato l’esame della prostata, se ci sono indicazioni di cancro alla prostata, come una prostata ingrandita o problemi urinanti, è possibile ordinare un ultrasuono transrectale.

Durante l’ultrasuono transrectale, il medico può prendere misure della prostata e delle eventuali anomalie. Potrebbero essere necessarie misure per alcuni tipi di trattamenti per il cancro alla prostata. Può anche essere effettuata una biopsia dell’ago. Ciò comporta l’assunzione di un piccolo campione di tessuti dalla prostata per analizzarlo per la presenza di cellule tumorali. L’ultrasuono può anche essere ordinato nei casi di infertilità maschile per aiutare a determinare una causa.

Prima di ottenere l’ultrasuono transrectale, il paziente può essere detto di usare un enema a casa. Ciò aiuta a svuotare il colon e può impedire la necessità di un movimento intestinale durante la procedura. Alcuni medici preferiscono che un paziente ha una vescica moderatamente piena durante la procedura per consentire una migliore visione della prostata. A un paziente può essere detto di bere qualche bicchier d’acqua prima della procedura.

Di solito la sedazione non è necessaria, a meno che il paziente non possa rimanere o è molto ansioso. Il paziente sarà istruito a posare sul tavolo al fianco con le ginocchia piegate verso il petto. Viene utilizzato un trasduttore specificamente progettato per adattarsi al retto. Il gel di lubrificazione è posto sul trasduttore ed è inserito nel retto. Mentre il medico guida il trasduttore nel retto, lui o lei guarderà un monitor per determinare quando la prostata è in vista.

Anche se la procedura è un po ‘invasiva, è considerata sicura. L’effetto collaterale più comune è il sangue nello sgabello o nelle urine per un giorno o due dopo l’esame. C’è un piccolo rischio di infezione, anche se questo è improbabile. I pazienti che sperimentano dolore rettale insolito, eccessivo sanguinamento o febbre dopo la procedura devono chiamare immediatamente il proprio medico.

La procedura richiede solitamente circa mezz’ora per completare. Se una biopsia dell’ago deve essere eseguita, potrebbe richiedere un po ‘di tempo. Alcuni medici possono dare i risultati da un ultrasuono transrectale subito dopo la procedura. In altri casi, un radiologo potrebbe avere bisogno di visualizzare l’ultrasuono ei risultati possono richiedere alcuni giorni. La maggior parte dei pazienti può riprendere le loro attività normali immediatamente dopo la procedura.

Qual è il sistema nervoso autonomo?

La maggior parte delle persone lo conosce raramente, ma il sistema nervoso autonomo del corpo (ANS) regola gran parte di quello che fanno ogni giorno e lo fa in gran parte al di fuori del loro controllo cosciente. Fa parte del sistema nervoso periferico e regola molte delle nostre funzioni fondamentali, come il battito cardiaco e la respirazione. Questo sistema può essere suddiviso in tre parti: i sistemi nervosi simpatici, parasimpatici e enterici.

La parte simpatica del sistema aiuta il corpo a utilizzare l’energia ed è collegato alla risposta “combattimento o volo”. Se una persona vede un animale da cui ha paura, potrebbe correre l’altra strada o avvicinarsi con cautela. Quello aumento del battito cardiaco, la bocca secca e l’aumento di adrenalina sono tutti il ​​risultato della parte simpatica del sistema nervoso autonomo al lavoro.

Il sistema nervoso parasimpatico, d’altra parte, è tutto il relax. Inizia il processo digestivo, rallenta il battito cardiaco e aiuta il corpo a risparmiare energia. Questo è il motivo per cui la maggior parte dei esperti di fitness suggeriscono aspettare almeno un’ora dopo aver mangiato per fare qualsiasi esercizio fisico vigoroso. Il corpo ha bisogno di energia per digerire un pasto, oltre che per un esercizio fisico intenso. Una bella passeggiata subito dopo la cena potrebbe essere in ordine, ma una persona dovrebbe trattenere l’aerobica jazzercise per un’ora o due.

Anche tali umili, se necessario, funzionano come la saliva, la sudorazione e gli allievi dilatati in risposta alla luce sono posti di lavoro per il sistema nervoso autonomo. L’ANS regola anche quanto dilatano i vasi sanguigni, controllando la pressione sanguigna.

Il sistema enterico è quella massa di nervi e fibre nervose nel sistema gastrointestinale e contribuiscono a regolare la digestione e l’escrezione. Questo sistema è il motivo per cui una persona sa che la vescica è piena. Quei nervi segnano la sensazione “piena”, dicendo alla persona che ha bisogno di usare il bagno.

La sensazione “completa” che viene dopo un buon pasto è anche il sistema enterico che fa il suo lavoro. Racconta anche lo stomaco come trasformare gli alimenti in aminoacidi. La perdita di controllo sulle funzioni del corpo quando è spaventata è un modo antico per aiutare il corpo a prepararsi al volo. Una persona può correre più velocemente su uno stomaco vuoto.

Lo studio del sistema nervoso autonomo sta raccogliendo grandi vantaggi nel campo medico. Gli scienziati stanno imparando modi per combattere la malattia e contribuiscono a migliorare la qualità della vita attraverso la ricerca di questo complesso sistema.