Che cosa è una retrolistesi?

Una retrolistesi è una condizione acuta, degenerativa o congenita in cui una vertebra nella spina distacca e si muove all’indietro. Nella maggior parte dei casi, la retrolistesia si verifica quando un disco morbido che separa e sovrappone le vertebre si deteriora o si rottura. Senza il supporto del disco, la vertebra superiore scivola fuori posto e mette pressione sull’osso sottostante. Una persona che sperimenta la condizione può avere un certo numero di sintomi, tra cui il mal di schiena cronico, rigidità e intorpidimento. Il trattamento dipende dalla gravità dei sintomi, ma di solito include una combinazione di farmaci per il dolore, terapia fisica e chirurgia.

La maggior parte dei casi di scivolamento vertebrale coinvolge un movimento in avanti di una vertebra superiore, in cui scivola verso l’interno verso il torace. Lo spostamento all’indietro coinvolto con retrolistesi è meno comune, ma si verifica ancora in notevole frequenza tra le persone affette da disturbi degenerativi. L’artrite è una causa principale di retrolistesi nei pazienti anziani, che porta al deterioramento del tessuto del disco. Anche gravi lesioni alla schiena e difetti della colonna congenita possono causare scivolamenti vertebrali.

La retrolistesi è più probabile che colpisce un osso nella parte più alta della colonna vertebrale, chiamata regione cervicale. Le vertebre cervicali nel collo sono più piccole e generalmente più suscettibili ai danni. Le scivolature sono possibili, ma meno comuni, nella parte centrale e inferiore della colonna vertebrale. La posizione dello spostamento determina in larga misura i tipi di sintomi che una persona potrebbe sperimentare.

La retrolistesi cervicale può portare a dolori cronici del collo e alla tenerezza. Le scivolature inferiori posteriori possono ridurre significativamente la mobilità, causando rigidità e dolori costanti quando si cammina, si leva in piedi o si siede. È possibile che una vertebra danneggiata metta pressione sui nervi importanti nella parte posteriore, portando a sensazioni di intorpidimento o formicolio tra le braccia, le gambe o il tronco. I sintomi tendono a peggiorare nel tempo senza trattamento, specialmente quando i disturbi degenerativi sono responsabili.

Un individuo che ha un mal di schiena significativo dovrebbe visitare il suo medico per una valutazione approfondita. Un medico può fisicamente esaminare la colonna vertebrale e prendere i raggi x per controllare la retrolistesi. Se si verifica uno scivolamento, il medico può fare riferimento al paziente ad uno specialista per una valutazione più approfondita. Ulteriori prove diagnostiche presso l’ufficio specialista della colonna vertebrale aiutano a determinare il corso più appropriato di trattamento.

Un leggero spostamento spesso non richiede interventi chirurgici. Invece, un paziente viene solitamente somministrato farmaci per gestire il dolore e il gonfiore e istruito per ottenere un sacco di riposo per diverse settimane. Se l’artrite è coinvolta, potrebbe essere necessario assumere ulteriori farmaci e integratori per migliorare la salute delle ossa. Un caso di severa retrolistesi può essere normalmente rimedio attraverso una procedura chirurgica invasiva, durante la quale uno specialista aggiusta manualmente l’allineamento delle vertebre e li fusisce permanentemente. La terapia fisica di follow-up, che può richiedere anni, è importante per aiutare un paziente a riprendere forza.

È necessaria la chirurgia della cellulite?

La cellulite è un grave tipo di infezione batterica. Di solito è causato da ceppi di stafilococco o streptococco che incorporano ferite all’interno o lesioni aperte sulla pelle. Un corso di forti antibiotici, farmaci per altri sintomi e una corretta cura del sito dell’infezione sono di solito sufficienti per curare la condizione, per cui la chirurgia della cellulite è in genere inutile. In casi gravi e speciali, tuttavia, la chirurgia della cellulite può essere considerata per prevenire gravi complicazioni. La chirurgia viene eseguita quando un’infezione è molto profonda, circonda un arto, si diffonde rapidamente o inizia effettivamente l’uccisione del tessuto cutaneo.

La cellulite lieve è caratterizzata da rossore cutaneo, infiammazione e tenerezza in una patch ben definita. La febbre lieve, la nausea e la fatica possono accompagnare l’infezione. I medici di solito trattano la cellulite lieve su base ambulatoriale con antibiotici orali e creme topiche di prurito e dolore. Nessuna ulteriore assistenza medica o intervento chirurgico è necessario a meno che l’eruzione inizia a peggiorare o diffondersi nonostante circa due settimane di trattamento antibiotico.

I casi più gravi di cellulite possono richiedere un soggiorno in ospedale. I pazienti possono sperimentare diffusione di eruzioni cutanee, febbre elevate, dolori muscolari e articolari e nausea persistente. I sintomi e la condizione sottostante sono trattati di conseguenza con gli antibiotici, la cura attenta della ferita, i fluidi e il monitoraggio. La chirurgia della cellulite non ha nemmeno bisogno di essere considerata nella maggior parte dei casi e le infezioni iniziano a schiarirsi entro una o tre settimane.

Alcuni fattori indicano la necessità di una chirurgia della cellulite o almeno una consultazione con uno specialista chirurgico. La cellulite circonferenziale, che si riferisce ad un eruzione che raggiunge tutta la strada intorno ad un braccio, alla gamba o al collo, aumenta il rischio di danneggiare i nervi ei vasi sanguigni che si estendono sotto l’eruzione cutanea. È necessaria una chirurgia per assicurare la conservazione delle strutture vitali e la rimozione di sezioni di tessuto cutaneo gravemente danneggiato. La cellulite che appare intorno ad un occhio può anche indicare la necessità di intervento chirurgico per evitare possibili perdite di visione.

Alcuni casi di cellulite aggressiva formano ascessi profondamente all’interno degli strati più intimi della pelle. Un ascesso è in genere molto difficile da trattare non chirurgico. Uno specialista può scaricare l’eccesso di pus e fluido dall’ascesso e rimuoverlo intorno ai suoi confini con un bisturi. La pelle circostante può essere incollata, suturata e trattata con antibiotici topici per ridurre la cicatrizzazione.

Un eruzione cutanea non trattata può compromettere l’approvvigionamento di sangue ad una zona della pelle, causando la morte delle cellule. Il risultato è chiamato fasciite necrotizante e può portare a marcature nere e deforme permanenti. La chirurgia della cellulite è necessaria ogni volta che sono presenti segni di fasciite necrotizzante. Con la cura immediata, la maggior parte dei casi di cellulite può essere superata senza complicazioni durevoli.

Cosa sono malocclusioni?

Malocclusioni sono problemi con la bocca che causano la disallineazione dei denti in un modo o nell’altro. Oltre ad essere poco attraente, questi problemi possono compromettere la funzione corretta della bocca e rendere più difficile la pulizia dei denti. Di conseguenza, le persone che hanno questi problemi sono più inclini a sviluppare cavità e altri problemi di salute orale.

Ci sono tre classi primarie di malocclusioni. Le malformazioni di classe 1 implicano un morso o un allineamento normale, ma i denti del paziente sono affollati o posizionati nella posizione sbagliata. Quando questi problemi sono presenti, è particolarmente difficile pulire bene i denti, perché si sovrappongono o addirittura crescono al di sopra o al di sotto della linea dove cresce il resto dei denti.

Le malocclusioni di classe 2 sono quelle in cui i denti frontali superiori si estendono troppo oltre i denti inferiori. Questa condizione viene spesso indicata come buckteeth o overbite e generalmente è causata da una mascella inferiore troppo breve. È il problema più comune affrontato dagli ortodontisti.

Nella classe malocclusioni di classe 3, i denti anteriori inferiori si estendono oltre i denti anteriori superiori. La mascella inferiore è tipicamente troppo grande in questi casi. Questa condizione viene in genere indicata come un underbite.

Altre malocclusioni includono un mordente aperto e midline. Con un morso aperto, i denti anteriori rimangono aperti quando i denti posteriori sono chiusi insieme, permettendo alla linguetta di esplodersi tra i denti quando la bocca è chiusa. Con le disallineamenti della linea mediana, il centro della mascella inferiore e il centro della mascella superiore non si allineano.

Ci sono una serie di fattori che possono causare questi problemi. In alcuni casi, essi sono legati alla genetica e sono causati da una crescita scolastica impropria. Il trauma alla mascella può anche causare malocclusioni. I denti del bambino che rimangono troppo in bocca in bocca possono causare i nuovi denti ad essere ingannati mentre crescono, ma questo può essere evitato rimuovendo i denti del bambino in modo che i denti adulti possano crescere correttamente.

Malocclusioni possono anche essere riparate con il trattamento ortodontico, ma non tutte necessitano di trattamento. Infatti, poche persone hanno un perfetto allineamento. Le persone che sono auto-consapevoli del modo in cui i denti sembrano, che hanno difficoltà a pulire correttamente i denti o che stanno sperimentando la pressione sul giunto che collega la mascella inferiore al cranio, sono i candidati primari per il trattamento.

Cosa devo aspettarmi dal recupero della mastectomia?

La mastectomia è la rimozione chirurgica di uno o entrambi i seni e, in alcuni casi, uno o più linfonodi vicini. Questa procedura è di solito eseguita su donne che sono state diagnosticate con cancro al seno o che hanno un rischio molto elevato per sviluppare il cancro al seno. Il recupero della mastectomia inizia nell’ospedale, dove saranno monitorati i segni vitali e il sito della ferita. Una volta a casa, il recupero continuerà con auto-cura ferite, farmaci, esercizi terapeutici, consapevolezza di infezione e molta riposo. Durante il recupero di casa, dovrai anche visitare il medico una o più volte per ottenere la cura delle ferite di follow-up, per discutere i risultati della mastectomia e, se necessario, preparare ulteriori trattamenti per il cancro o la chirurgia di ricostruzione del seno.

Il recupero della mastectomia inizierà immediatamente dopo l’emergere dalla chirurgia. Poichè probabilmente riceverete un anestetico generale prima della procedura, un infermiere anestetista o un altro medico curante assicurerà che si riprenda correttamente dall’anestesia alla fine della procedura. Il personale medico monitorerà anche i segni vitali per assicurarsi che i sistemi corporei funzionino normalmente.

Nella maggior parte dei casi, dovrai rimanere in ospedale per una notte dopo la mastectomia. Se aveste rimossi entrambi i seni, avevano uno o più linfonodi rimossi o avete avuto una procedura di ricostruzione immediata del seno, potrebbe essere necessario rimanere in ospedale per un periodo più lungo. Durante il vostro soggiorno in ospedale, il personale medico continuerà a monitorare i segni vitali. Amministrano i farmaci per il dolore se necessario, controllano le tue suture e il tuo drenaggio della ferita e controllano i segni dell’infezione e possono guidarti attraverso esercizi che possono minimizzare la rigidità e il disagio del braccio. Generalmente, vi educano anche su come continuare il processo di recupero della mastectomia una volta lasciato l’ospedale.

Quando sei stato liberato dall’ospedale, il recupero della mastectomia continua a casa. Dovresti curare la tua ferita secondo le istruzioni del tuo medico. Questo significa spesso lasciare vestimenti intatti e lavare solo con una spugna fino alla prima visita di follow-up. Alcune mastectomie comportano il posizionamento di un tubo che aiuta lo scarico del fluido dalla zona del seno. Se hai avuto dei tubi disposti vicino al tuo sito di ferita, dovrai scaricarli secondo le istruzioni del tuo medico.

La gestione del dolore e il controllo dell’infezione sono anche parti importanti del recupero domestico della mastectomia. Il medico probabilmente prescriverà un farmaco di dolore che dovrebbe essere preso come indicato. È molto importante che la tua ferita non venga infettata. Pertanto, dovresti discutere i segni di infezione con personale medico prima della fine del soggiorno in ospedale e dovresti monitorare da vicino questi segni una volta che sei a casa.

Alcuni esercizi di stretching terapeutico possono contribuire a facilitare il dolore e il disagio che influenzano comunemente il braccio, la spalla e la schiena durante il recupero della mastectomia. Questi esercizi dovrebbero essere dimostrati per voi prima della fine del soggiorno ospedaliero, e dovresti eseguirli come indicato. Inoltre, dovresti permettere al vostro corpo di ristabilire la forza ottenendo molta riposo nei giorni e nelle settimane successive alla vostra chirurgia.

Diversi giorni dopo la mastectomia, probabilmente dovrai vedere il medico per una visita di follow-up. Durante questa visita, il medico può rimuovere la medicazione, controllare la ferita e rimuovere punti o tubi di drenaggio, se necessario. In generale, lei discuterà anche i risultati della tua mastectomia in questo momento. Se ulteriori trattamenti per il cancro, come la chemioterapia, sono consigliati, ti aiuterà a prepararti. Se non è stata sottoposta a ricostruzione del seno al momento della mastectomia ma prevede di farlo in futuro, il medico può anche aiutarti a pianificare questa procedura.

Quali sono i segni di un sovradosaggio di fluoxetina?

Fluoxetina è un medicinale da prescrizione che può essere usato per trattare la depressione, l’ansia o il disturbo ossessivo-compulsivo. Gli effetti collaterali comuni di questo farmaco possono includere sonnolenza, mal di testa o diarrea. Questo farmaco dovrebbe essere preso esattamente come prescritto da un medico, poiché prendere più del dosaggio prescritto potrebbe portare ad un sovradosaggio potenzialmente fatale di Fluoxetina. Alcuni degli effetti collaterali normali di questo farmaco possono essere notevolmente intensificati se si verifica un sovradosaggio di Fluoxetina o si potrebbero sviluppare nuovi effetti collaterali potenzialmente fatali.

Alcuni dei segni iniziali di un sovradosaggio potenziale di Fluoxetine possono includere sonnolenza, vertigini o confusione estreme. Il paziente potrebbe non essere in grado di concentrarsi sulle attività più semplici e potrebbe avere difficoltà a tenere una conversazione. In alcuni casi, il paziente può iniziare ad avere allucinazioni o può esibire un comportamento irregolare completamente fuori carattere per l’individuo particolare.

I lievi disturbi digestivi sono effetti collaterali normali di questo farmaco, ma in caso di sovradosaggio di Fluoxetina questi sintomi possono diventare gravi e debilitanti. Questi disturbi digestivi spesso includono dolore addominale, crampi dello stomaco, o diarrea. Il paziente che soffre di un sovradosaggio di Fluoxetine può anche diventare instabile e può cadere spesso quando si cerca di camminare. Possono verificarsi palpitazioni cardiache o crisi epatiche a causa del sovradosaggio o il paziente può perdere coscienza e cadere in un coma.

Qualsiasi segno potenziale di un sovradosaggio di Fluoxetina dovrebbe essere considerato un’emergenza medica. Senza un trattamento immediato, il paziente potrebbe sviluppare complicazioni pericolose per la vita. L’assistenza ospedaliera avrà inizio in ospedale, mentre vengono eseguiti test di sangue per determinare la quantità di farmaci nel flusso sanguigno così come se sono stati presi farmaci o farmaci aggiuntivi.

Se si sospetta un sovradosaggio di fluoxetina, può essere utilizzato un carbone attivo allo scopo di assorbire alcuni dei farmaci dal corpo e di evitare ulteriori danni. Possono essere utilizzati farmaci aggiuntivi per indurre il vomito, o un tubo può essere utilizzato per pompare i contenuti dello stomaco fuori dal corpo. In alcune situazioni possono essere necessarie misure di supporto alla vita come la terapia con ossigeno. Se si pensa che il sovradosaggio sia intenzionale, una valutazione psicologica può essere eseguita una volta che il paziente è stato stabilizzato medico. In alcune situazioni, il paziente può essere ammesso in un reparto psicologico o in un ambiente psicologico per sottoporsi ad un trattamento aggiuntivo, soprattutto se si pensa che il paziente sia un pericolo per se stesso o per altri.

Cosa è stridore?

Stridor è un suono che può essere prodotto in alcune persone quando respirano. Può essere fischiare, leggermente musicale, o il passo può essere semplicemente molto alto o squilibrato. Il rumore può indicare una condizione medica molto grave, anche se non in tutti i casi. Se si verifica improvvisamente, è considerato urgentemente medico e richiede immediata attenzione.

Ci sono molte cause diverse di stridore, ma principalmente il suono può essere spiegato con una sorta di blocco, che può variare a seconda del tipo, nella parte superiore del sistema respiratorio. Può essere meglio illustrato chiudendo leggermente le mani su una paglia mentre dovrà inalare da esso. Nelle circostanze giuste, ciò potrebbe produrre un suono o un fischio. Quale prova di questa condizione suggerisce, quindi, l’impedimento della via aerea, e questo può verificarsi per una serie di ragioni molto gravi.

Le ragioni di stridore che si verificano improvvisamente possono includere l’inalazione di un corpo estraneo. Può anche verificarsi quando i neonati ei bambini piccoli soffrono di croup. A volte si restringono le vie respiratorie a causa di interventi medici come l’intubazione e il risultato di stridore. Le persone che hanno un’intervento chirurgico che provoca la complicazione della paralisi del cavo vocale pieno o parziale possono soffrire da questo, e questo può essere un caso quando i casi noti non vengono trattati. Altre volte una parte della via aerea non funziona a causa di malformazioni o tumori potrebbero ostacolare la via aerea in una certa misura.

Quando la causa è sconosciuta, la condizione è di solito trattata subito con cose come i trattamenti respiratori. Se ci sono sospetti o prove di corpo estraneo nella via aerea questo potrebbe essere cercato per primo. Di solito la gente è data anche di ossigeno. L’intubazione attraverso la bocca o tracheostomia occasionale viene considerata se la condizione è peggiorata, se i livelli di ossigeno cadono o la respirazione diventa sempre più difficile. Non tutte le persone richiederanno uno di questi passaggi e, ad esempio, i neonati con la croupola hanno raramente bisogno di questo.

Alcune persone hanno un problema con questa condizione che non può essere affrontato. Se i cordoni vocali non sono completamente funzionali nei bambini molto piccoli, possono vivere con una certa quantità di stridore. Fintanto che questo non diminuisce l’assunzione di ossigeno, potrebbe essere tollerato, anche se il respiro è probabile essere notato da altri, compresi i coetanei. Tale respirazione potrebbe anche limitare l’esercizio ad un certo grado perché aumenta con l’attività e tende a causare la stanchezza più presto. Negli adulti con paralisi del cavo vocale, ci sono più interventi chirurgici che vengono eseguiti con maggiore frequenza, che possono diminuire o eliminare la condizione respiratoria.

A causa delle molte potenziali cause di stridore, la condizione dovrebbe essere sempre considerata come una pericolosa per la vita e per la respirazione. La gente dovrebbe andare al pronto soccorso o contattare i medici immediatamente se questa condizione improvvisamente si sviluppa. Senza l’esame medico, può essere difficile capire perché è apparsa e coloro che ne soffrono potrebbero richiedere un sostegno respiratorio significativo.

Cosa può causare una tosse staccata?

Una tosse staccata è quella che si verifica in brevi e improvvise scoppi e talvolta è paragonata al suono di una mitragliatrice. Ci sono diverse ragioni per cui un individuo potrebbe sviluppare una tosse staccato. Nei bambini e negli adulti più anziani, questa tosse è più frequentemente causata dalla polmonite di Clamidia. Queste tosse possono anche essere causate da alcuni farmaci, gravi casi di tosse e altre infezioni respiratorie.

Alcuni farmaci, in particolare gli inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE), possono causare una tosse staccata. Sviluppare una tosse persistente come questo è solitamente il segno di una reazione negativa al farmaco. Se la tosse peggiora o diventa dolorosa, il paziente deve consultare il proprio medico. Potrebbe essere possibile passare ad un altro farmaco che non provoca questo effetto collaterale.

Pertussis, o tosse di malinconia, può anche svilupparsi in una tosse staccato. La tosse è spesso definita in tre fasi. Nella prima fase della malattia, una persona comincerà a tossire e svilupperà un naso che cola. Fino al secondo stadio la maggior parte delle persone comincia a soffrire di tosse. Se l’infezione non viene trattata, la tosse può peggiorare e persistere per diverse settimane.

La polmonite di Chlamydia è un’infezione respiratoria causata dai batteri Chlamydophila pneumoniae. Questa infezione è più frequente nei bambini di età compresa tra i cinque ei 15 anni, ma potrebbe anche apparire nei neonati, negli anziani e adulti sani. Nella maggior parte dei casi, la polmonite di chlamydia inizia con una mal di gola e tosse. La tosse spesso peggiora in una tosse staccata e talvolta è seguita da bronchite, polmonite e altre condizioni. Mentre gli antibiotici sono spesso usati per incoraggiare il recupero, i pazienti continueranno a tossire per due o sei settimane.

Oltre alla tosse e alla clamidia polmonare, altre infezioni respiratorie possono causare questo tipo di tosse. Queste tosse sono solitamente indicative di gonfiore nei polmoni e nelle vie respiratorie. Infezioni che causano gonfiore in queste aree, come la polmonite virale, la laringotracheite e la bronchite acuta, a volte provocano una tosse staccata. Persone che soffrono di allergie potrebbero anche sperimentare questo tipo di tosse.

Mentre questo è meno comune, queste tosse possono svilupparsi anche dopo l’inalazione di una sostanza irritante. Dopo l’inalazione di un irritante, un individuo può avere persistenti, bruschi attacchi di tosse. Nella maggior parte dei casi, questa tosse migliorerà di per sé. La tosse che persiste, causa problemi di respirazione o diventa dolorosa deve essere controllata da un medico. Mentre la maggior parte delle tosse non provocherà gravi problemi di salute, possono indicare una condizione più pericolosa.

Che cosa è un deficit neurologico?

Un deficit neurologico è una disfunzione funzionale causata da un problema con il cervello. Alcuni esempi possono includere la debolezza da un lato del corpo, la perdita di coordinazione e il parlare sordi. Qualsiasi pregiudizio che coinvolge il cervello può portare a disordini neurologici e anche i pazienti possono nascere con disabilità, il risultato di problemi con lo sviluppo fetale. Il trattamento è disponibile, a seconda della natura del problema.

Il cervello utilizza una serie complessa di circuiti per trasmettere informazioni per gestire tutto dalla logica al camminare. Se un problema si sviluppa lungo un circuito, il corpo potrebbe non funzionare normalmente. In una persona con questo tipo di deficit, un segnale non viene affatto, o il cervello lo ruota e si verificano errori. Con movimenti volontari, questo può provocare movimenti incontrollati o deboli, movimenti involontari e riflessi, può significare che qualcosa non accade affatto, o che il paziente sperimenta spasmi mentre cerca di fare cose come la respirazione.

Un ictus può essere causa di un deficit neurologico, come tumori, malattie degenerative del cervello e ferite alla testa. Spesso questi problemi funzionali sono il primo segnale di avvertimento di un problema con il cervello e possono iniziare gradualmente. Qualcuno potrebbe iniziare a sperimentare un malcontento a basso livello che, nel tempo, si trasforma in problemi più gravi, come non essere in grado di camminare, avendo difficoltà a controllare le mani per movimenti semplici e difficoltà a parlare e deglutire.

Quando un paziente sembra avere un deficit neurologico, l’imaging medico può essere utile per individuare i danni nel cervello e scoprire quali percorsi non funzionano correttamente. Un medico può anche effettuare un esame fisico, chiedendo a un paziente di spostare la parte interessata del corpo e notando quanto bene il paziente possa funzionare. Il medico può determinare la fonte del deficit neurologico e iniziare a sviluppare un piano di trattamento. Ciò potrebbe includere l’affrontare la causa principale, come la chirurgia per rimuovere un tumore del cervello, così come cose come la terapia fisica per migliorare il funzionamento e le competenze.

Deficit neurologici progressivi possono diventare invalidanti. Un paziente che non riesce a recuperare può richiedere assistenza da un assistente o da un assistente personale poiché alcuni compiti diventano più difficili. Alcuni problemi, come la difficoltà di deglutizione, possono anche presentare un rischio per la salute; i pazienti possono avere un rischio maggiore di aspirare cibo o vomito e potrebbero sviluppare complicazioni come la polmonite. È importante valutare regolarmente un paziente per controllare i segni precoci di emissione secondaria per assicurarsi che il paziente venga trattato tempestivamente.

Quali sono i sintomi di basso livello di zucchero nel sangue?

Uno dei sintomi più comuni e prominenti di zucchero nel sangue basso, o ipoglicemia, sta tremando – soprattutto nelle mani e nelle braccia. Freddo o sensazione di essere freddo può verificarsi anche quando i livelli di zucchero nel sangue sono troppo bassi. Anche lo stomaco è spesso influenzato da dolori alla fame e / o da nausea nell’ipoglicemia, in quanto può essere causata da non abbastanza spesso consumata. Alcune persone che sperimentano il basso livello di zucchero nel sangue possono sentirsi confusi, deboli o vertigini, oltre a provare templi palpitanti e mancanza di messa a fuoco nella loro visione.

La visione sfocata può essere uno dei sintomi di basso livello di zucchero nel sangue, anche se non tutti coloro con basso livello di zucchero nel sangue lo sperimentano. Alcune ipoglicemie hanno segnalato che il paesaggio, come le montagne e gli alberi, sembra essere leggermente sfocato o fuzzy. La debolezza, soprattutto nelle gambe, è uno dei sintomi più frequenti di zucchero nel sangue basso. La vertigini è un altro sintomo di ipoglicemia comune. Nei casi gravi di ipoglicemia, l’individuo può anche avere difficoltà a camminare dritto.

Una sensazione di pressione o di pulsazione nei templi può anche verificarsi se lo zucchero nel sangue diventa molto basso. È importante ottenere assistenza medica e / o consumare caramelle di zucchero, compresse di glucosio o succo d’arancia immediatamente quando lo zucchero nel sangue diventa pericolosamente basso, in quanto potrebbero verificarsi incoscienza, coma o addirittura la morte. I diabetici e altri con ipoglicemia spesso trasportano glucosio o compresse di zucchero con loro e il loro monitor di zucchero nel sangue in modo che possano essere pronti ad agire rapidamente se notano sintomi. Non tutti sperimentano gli stessi sintomi di zucchero nel sangue basso, ma è importante che gli individui con una tendenza ad essere ipoglicemici imparino a riconoscere e, se possibile, misurare i loro livelli di glucosio se si sentono male.

Durante un episodio di basso livello di zucchero nel sangue, lo stomaco ringhiera suoni che di solito prima segno di fame tendono a cambiare la sensazione di uno stomaco vuoto e nausea. Per molte persone che sperimentano ipoglicemia, la nausea è spesso combinata con vertigini e confusione. Le tre condizioni insieme possono rendere difficile per chi sperimenta questi sintomi per concentrarsi su come trovare il cibo o la bevanda zuccherati necessari che alzano gli zuccheri del suo corpo. Un’intensa sensazione di fame improvvisa può essere sperimentata da alcune ipoglicemie, una rottura per consumare tutto in vista può essere la reazione iniziale in questo caso, ma solo gli articoli alti di zucchero aumentano adeguatamente lo zucchero nel sangue a livelli adeguati.

Come posso rimuovere le verruche della gola?

Le verruche toraciche sono inizialmente trattate con tecniche di rimozione laser, chirurgia o trattamenti azotati liquidi in pazienti i cui verruche sono dolorose o scomode. Quelli senza questi sintomi possono non essere sottoposti a trattamenti per rimuovere le verruche stesse, ma spesso vengono somministrati farmaci per prevenire la loro recidiva. Queste verruche sono causate da una forma di papillomavirus umano (HPV), per cui non possono essere tenute a bada a tempo indefinito, ma ci sono farmaci che possono contribuire a ridurre il numero di sblocchi.

Le verruche toraciche sono causate dallo stesso virus che provoca verruche genitali e sono considerati anche un’infezione sessualmente trasmessa. Sono diffuse attraverso il sesso orale con un partner infetto, molto nello stesso modo in cui si diffondono le verruche genitali. Come tutte le forme di HPV, non sono curabili e la maggior parte dei soggetti che acquisiscono questa infezione avrà ripetuti sforzi durante tutta la loro vita. Sono disponibili farmaci che possono aiutare a prolungare i periodi tra gli sblocchi, ma non esistono farmaci che possano uccidere completamente un virus.

In molti casi, la rimozione delle verruche di gola non è necessaria. Spesso sono molto piccole e non possono causare disagio. Altre volte può verificarsi un prurito o addirittura un dolore grave. Per quelli con questi sintomi, le verruche possono essere rimosse usando metodi chirurgici e rimozione laser. Se sono presenti solo alcune verruche, può essere usato anche azoto liquido per congelare le verruche. Dopo la rimozione iniziale, i pazienti possono ricevere farmaci continui.

Il tipo di HPV che provoca le verruche della gola può eventualmente portare a cancro dell’esofago, della gola o della bocca. Può facilmente e rapidamente distruggere i tessuti delicati in queste aree. Il cancro della gola può essere fatale se non viene catturato e trattato presto.

Le verruche gonfie di solito hanno un esterno bianco e si verificano tipicamente in grumi che somigliano al cavolfiore. Anche se questo è il loro aspetto più comune, può avere una varietà di apparenze. Chiunque sperimenta più urti in o intorno alla bocca o alla gola dovrebbe essere testato per il virus HPV. Ciò è particolarmente vero per coloro che si sono impegnati in comportamenti sessuali rischiosi.

Anche se non può essere curato, HPV può essere evitato quando vengono prese le opportune precauzioni. Coloro che non sono in una relazione monogama dovrebbero anche utilizzare i preservativi durante il rapporto sessuale e durante il sesso orale. I preservativi latex sono il metodo più efficace per la nascita disponibile per la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili. Coloro che sono in una relazione impegnata devono essere sottoposti a test di tutte le malattie e dovrebbero avere anche i loro partner testati.