Quali sono i diversi tipi di malattia demyelinating?

Il termine demyelinating disease si riferisce a qualsiasi malattia che danneggia la guaina mielinica, una parte di una cellula nervosa. La demicella è spesso un sintomo piuttosto che una causa di una malattia. Le malattie che causano la demielinazione comprendono la sclerosi multipla, la carenza di vitamina B12, la mielite trasversale e la progressiva multiplo leucoencefalopatia.

Neuroni, o cellule nervose, sono modellate come alberi con un tronco lungo, chiamato un assone, che si estende da un’estremità. Myelin è una sostanza grassa bianca che copre e insula l’assone. Danni alla guaina mielinica possono rendere difficile il funzionamento del neurone. Gli effetti di questo danno dipendono dall’ubicazione delle cellule nervose danneggiate.

La sclerosi multipla è una malattia demielinizzante. Durante il corso di questa malattia, il sistema immunitario mangia via la guaina mielinica, che danneggia i nervi e può interferire con la comunicazione tra il cervello, il midollo spinale e il corpo. La sclerosi multipla può avere una vasta gamma di sintomi a seconda di dove è il danno ai nervi e quanto sia grave.

Questa malattia demyelinating può essere molto difficile da diagnosticare perché i sintomi sono così diversi. I sintomi tendono anche a venire e andare e possono variare notevolmente nella gravità. Non esiste alcuna cura per la sclerosi multipla, pertanto il trattamento si concentra generalmente sulla gestione dei sintomi e rallentamento del corso della malattia.

Una carenza di vitamina B12 è un’altra causa di una malattia demyelinating. B12 è una vitamina essenziale trovata in pesce, carne e latticini. Il corpo può conservare diversi anni di valore di B12, quindi una carenza è molto rara, ma si verifica, soprattutto nei vegani o nei vegetariani. Ci sono anche persone i cui corpi hanno difficoltà a usare la vitamina B12, che può causare una carenza. Una carenza di vitamina B12 porta a molte malattie e problemi che sono il risultato della demielinizzazione.

La mielite trasversale, un’altra malattia demyelinata, è causata da infiammazione del midollo spinale. Questa infiammazione attacca la guaina mielinica, danneggiando il midollo spinale. Di conseguenza, le regioni al di sotto dell’area interessata del midollo spinale possono sentire debolezza, paralisi o dolore. La mielite trasversale può essere causata da una serie di infezioni, incluse infezioni che non mirano direttamente al midollo spinale. Può anche essere causata da sclerosi multipla. Questa malattia è tipicamente trattata con farmaci antinfiammatori e terapia riabilitativa.

Una malattia demyelinating molto rara è leucoencefalopatia multifocale progressiva. Questa malattia danneggia la guaina mielinica nel cervello. È causato da un virus molto comune denominato virus JC, tuttavia, la maggior parte delle persone non è affetto da esso. Solo le persone con un sistema immunitario indebolito, come le persone affette da AIDS, hanno un rischio elevato per questa malattia.

Qual è l’ipertelorismo?

L’ipertelorismo è un termine formale che si riferisce ad una distanza anormalmente larga tra due organi accoppiati. Più comunemente, questo termine viene utilizzato in riferimento all’ipertelorismo oculare, in cui gli occhi sono insolitamente distanti. Le persone che presentano questa condizione sono di solito diagnosticate poco dopo la nascita o quando cominciano a svilupparsi perché la distanza insolita è spesso abbastanza evidente. Sono disponibili diverse opzioni per affrontare il problema.

È importante notare che l’ipertelorismo in sé non è necessariamente dannoso per il paziente. Tuttavia, è spesso associato a condizioni genetiche che possono essere dannose o pericolose. La condizione può essere legata ad altre caratteristiche fisiche insolite e ai ritardi dello sviluppo che possono contribuire a disabilità dello sviluppo e dell’intelletto. Gli occhi ampiamente distanziati possono essere osservati con una serie di condizioni genetiche e possono anche essere il risultato di anomalie del cranio come distorsioni in forma causate dalla chiusura prematura delle suture craniche.

L’ipertelorismo è spesso trattato perché può rendere più paziente un paziente sociale e affrontare eventuali effetti negativi che il paziente potrebbe sperimentare, come distorsioni nella visione. Il trattamento per questa condizione è la chirurgia, preferibilmente eseguita mentre un bambino è relativamente giovane. I bambini più giovani si riprendono più rapidamente dall’intervento chirurgico e l’intervento precoce consente al chirurgo di ridurre al minimo le cicatrici e altri problemi.

Quando un chirurgo corregge la condizione, altre anomalie possono essere trattate contemporaneamente. Ad esempio, un bambino con occhi ampi può avere anomalie nasali che possono essere corretti mentre il bambino è in chirurgia. Nel chirurgo il chirurgo può rimodellare le orbite degli occhi, spostare gli occhi più vicini e affrontare eventuali eccentricità nella forma del cranio che potrebbero essere associate all’ipertelorismo.

Quando un medico identifica l’ipertelorismo in un paziente, se la causa non è conosciuta, deve essere determinata. Ciò può dettare quale corso di trattamento sarebbe più appropriato e può anche essere utilizzato per fornire altri interventi che il bambino potrebbe beneficiare. Dato che la chirurgia deve spesso avvenire prima che un bambino possa assumere un ruolo attivo nel prendere decisioni mediche, i genitori oi tutori dovrebbero parlare dell’intervento con un chirurgo per comprendere appieno i benefici, i rischi e lo scopo dell’intervento chirurgico affinché possano effettuare un’informazione Scelta per conto del paziente. Secondo parere può anche essere utile per le persone che stanno facendo una decisione sulla chirurgia.

Che cosa è un adenocarcinoma epatico?

Un adenocarcinoma epatico, noto anche come carcinoma epatocellulare e cancro del fegato, è un cancro o malignità nel fegato. Ci sono due tipi di adenocarcinoma epatico – primario e secondario. Il primo è un cancro che ha origine nel fegato. Il più tardi è il risultato di un cancro che ha cominciato da un organo vicino e ha metastatizzato o diffuso al fegato. Dei due tipi, l’adenocarcinoma epatico secondario è il più comune.

Ci sono diversi fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare il primario adenocarcinoma epatico. Queste includono infezioni passate con il virus dell’epatite B (HBV) e il virus dell’epatite C (HCV), che di solito provoca cirrosi epatica o cicatrici del fegato. Gli individui che sono bevitori alcolici cronici e coloro che sono esposti a determinate sostanze chimiche, come il cloruro di vinile possono anche aumentare i rischi. Un piccolo numero di pazienti affetti da emocromatosi ereditaria, una condizione in cui è aumentato il ferro nel sangue, può anche sviluppare adenocarcinoma epatico.

I sintomi della malattia includono nausea, dolore addominale, febbre, perdita improvvisa di peso e diminuzione dell’appetito. Molti pazienti presentano anche l’ascite o l’accumulo di liquidi nell’addome ed edema o l’accumulo di fluidi nei piedi e nelle gambe. Un altro sintomo comunemente manifestato da questi pazienti è l’ittero o l’ingiallimento della pelle e degli occhi.

I gastroenterologi, i medici che trattano pazienti con malattie gastrointestinali e oncologi, medici che trattano pazienti affetti da tumore, sono solitamente quelli che frequentano pazienti affetti da cancro al fegato. Solitamente diagnosticano questi pazienti attraverso l’esame fisico e ulteriori esami del sangue. Un particolare test di sangue spesso fatto è quello di verificare il livello di alfa-fetoproteina, un marker tumorale che è solitamente elevato nei casi di cancro del fegato. Inoltre, su questi pazienti vengono spesso eseguiti una serie di prove di imaging quali la risonanza magnetica (MRI) e la tomografia computerizzata (CT).

Il trattamento per l’adenocarcinoma epatico spesso dipende dalla dimensione del tumore e dalla condizione di salute del paziente. La cura più efficace, tuttavia, è il trapianto di fegato. Per i tumori più piccoli si consiglia talvolta la resezione o la rimozione di alcune parti del fegato. Altre opzioni di trattamento includono la chemioterapia e la tecnica di ablazione. La tecnica di ablazione è una procedura che utilizza il calore per distruggere il tumore. Le terapie di sostegno spesso fornite a questi pazienti sono relievers del dolore e l’uso di diuretici per alleviare l’accumulo di fluidi nei tessuti.

Perché la gente auto-medicare?

Una persona che vive con una malattia mentale può auto-medicare come un modo per far fronte ai suoi sintomi. La strategia di utilizzare farmaci o altre sostanze per auto-lenitiva può essere utilizzata anche da individui che hanno subito un evento traumatico o che vivono con PTSD (disturbo post-traumatico). A tal fine possono essere usate varie sostanze, tra cui stimolanti, depressivi e antidolorifici. Alcune persone si rivolgono anche alla marijuana quando si cerca di auto-medicare.

Gli stimolanti includono droghe di strada come crack e cocaina. Anche la nicotina, la caffeina e le anfetamine, o “tomaia”, appartengono a questa categoria. Tutti loro danno all’utente una sensazione di benessere o anche di euforia quando ingerito. La ricerca di riesumare l'”alti” è ciò che rende qualcuno desidera ripetere l’esperienza.

Nel caso di qualcuno che sta cercando di auto-medicare, rivolgersi ad uno stimolante può essere un modo per affrontare i sintomi della depressione. Un individuo che vive con sentimenti di inutilità o disperazione non può rendersi conto che è depresso e che trattamenti efficaci sono disponibili consultando un professionista sanitario. Gli stimolanti possono anche essere usati da persone con scarsa autostima che stanno cercando di sentirsi meglio su se stessi.

Depressants, come l’alcool e alcuni farmaci da prescrizione, sono la scelta per una persona che cerca di auto-medicare i loro sentimenti di ansia. Ingestione crea una sensazione di rilassamento. L’uso di alcol riduce le inibizioni e questo farmaco può essere scelto da persone che non sono in grado di esprimere facilmente emozioni o vicinanza.

Gli antidolorifici, come l’eroina e la morfina, sono efficaci nella gestione del dolore. Questi farmaci danno anche all’utente una sensazione iniziale di euforia che si sviluppa in uno stato di rilassamento profondo. Una persona che è ansiosa o depressiva può essere attratta da auto-medicare usando un forte farmaco antidolorifico. Questo può anche essere il farmaco che si rivolge a un individuo con problemi di rabbia.

La marijuana è un farmaco comune usato dalle persone che stanno tentando di auto-medicare. È relativamente poco costoso e prontamente disponibile per la strada. Le persone che si sentono stressate o ansiose e che cercano un modo per sentirsi più calmo possono scegliere questo farmaco per le sue qualità sedative.

La scelta di auto-medicare non è la scelta migliore per le persone che vivono con una malattia mentale o che soffrono gli effetti del PTSD. Nel migliore dei casi, questi rimedi solo mascherano i sintomi del disturbo o delle condizioni. Queste sostanze hanno il potenziale per cambiare la chimica del cervello, che fa solo affrontare la questione sottostante più impegnativa.

Cosa è l’uretrite?

L’uretrite è una condizione medica caratterizzata da un’infiammazione dell’uretra, che è un tubo nel corpo maschile che passa l’urina e fluidi riproduttivi dall’interno all’esterno del corpo. Si trova anche nel corpo femminile, anche se serve solo per passare l’urina in questa capacità.

Una persona può sviluppare uretriti in diversi modi. Le cause infettive delle infezioni batteriche e virali sono le cause comuni, con le cause associate a malattie trasmesse sessualmente e alle infezioni delle vie urinarie. Esempi di malattie sessualmente trasmissibili che possono portare a questa condizione includono citomeglovirus e herpes. In alcuni casi, la condizione può anche essere causata da lesioni o da sensibilità alle sostanze chimiche che si trovano in alcuni spermicidi o creme contraccettive, gelatine e schiume.

Gli individui con più partner sessuali hanno maggiori probabilità di sviluppare questa condizione. La mancata utilizzazione di un preservativo durante il sesso mette anche un individuo ad un rischio più elevato. Mentre i maschi tra i 20 ei 35 anni di età sono maggiormente colpiti, può anche interessare le donne di età riproduttiva.

Gli uomini che sviluppano l’uretrite in genere sperimentano una maggiore necessità di urinare, nonché una sensazione di bruciore durante la minzione. Possono anche sviluppare un scarico giallo o chiaro dal pene in quantità moderate o sentire una tenerezza generale o prurito nell’area del groin. Inoltre, l’area del pene o dell’inguine può gonfiarsi e l’uomo può sentire dolore quando eiaculare o sviluppa sangue nel suo seme o urina. La febbre, anche se rara, può anche accompagnare l’uretrite.

Le donne con questa condizione possono anche provare la masterizzazione durante l’urinazione, nonché una maggiore necessità di urinare. Possono anche sviluppare febbre e brividi, sentire dolore addominale e provare vomito e nausea. Le donne possono anche avere scariche vaginali e dolore pelvico. Le donne possono anche sviluppare problemi associati alla gravidanza, come difficoltà a rimanere incinta, gravidanza ectopica o complicazioni come l’aborto spontaneo o la nascita prematura.

L’uretrite è trattata con antibiotici, che, in alcuni casi, deve essere somministrata per via endovenosa. Possono essere necessari anche farmaci per il trattamento del dolore durante la cura della malattia stessa. Durante il trattamento, quelli con uretriti devono astenersi dal rapporto sessuale o essere sicuri di utilizzare un preservativo per prevenire la diffusione dell’infezione. La maggior parte dei pazienti è in grado di essere curata completamente senza complicazioni. Se lasciato non trattato, tuttavia, la condizione può portare a danni permanenti dell’uretra.

Che cosa è una pustola delle palpebre?

A volte conosciuto come un brufolo della palpebra o un rash delle palpebre, una pista di palpebre è una vescicola che si sviluppa all’interno degli strati della pelle della palpebra, o appena sotto gli strati della zona conosciuta come il derma. Questa vescicola, che funge da piccolo sacchetto, si riempie di cellule della pelle morta che si rompono gradualmente in pus. Quando la raccolta del pus cresce, ciò che appare come un brufolo sulla palpebra si sviluppa. Mentre questo tipo di pustole può essere irritante se aumenta ad una determinata dimensione, di solito è benigno e scompare gradualmente come le cellule morte sono riassorbite nella pelle.

Ci sono una serie di condizioni sanitarie che possono portare allo sviluppo di un pustole di palpebra. Una condizione della pelle come la rosacea è un esempio. Malattie come la varicella possono anche portare a questa raccolta di cellule morte raccogliendo in un brufolo sulla palpebra. C’è qualche speculazione che vari tipi di creme e creme per viso possono causare questa reazione in alcune persone, anche se attualmente non esiste una ricerca universalmente accettata che indica che l’uso di cosmetici è direttamente legato alle pustole sulle palpebre.

In apparenza, una pustola di palpebra non è molto diversa da un tipo di brufolo noto come un bianco. Mentre il pus riempie la vescicola, lo strato superiore della pelle si estende e sviluppa un centro bianco. Spesso c’è una certa quantità di rossore intorno alla base di questa zona sollevata, una caratteristica che è una delle ragioni per cui questa condizione è talvolta definita come eruzione cutanea. Con il tempo, il pustolo può subentrare da sola quando il pus si assorbe nel corpo. Altre volte, il centro si romperà, permettendo al pus di fuggire. Quando si verifica questo, occorre prestare attenzione a lavare l’area accuratamente, minimizzando la possibilità di infezione.

Mentre una pustola tipica delle palpebre non richiede l’assistenza medica, ci sono situazioni in cui la massa continuerà a crescere, raccogliendo più cellule morte che diventano pus. Quando questo si verifica, spesso si consiglia di vedere un medico generico o anche un dermatologo. Un professionista sanitario può valutare la pustola, determinando se esistono complicazioni che potrebbero richiedere un trattamento aggiuntivo. Se non si trova nulla di insolito, il professionista può lanciare delicatamente la vescicola e consentire lo sgocciolamento del pus. Una volta che il drenaggio è completo, vengono generalmente fornite istruzioni su come mantenere l’area pulita e prevenire l’infezione.

La consultazione di un dermatologo è particolarmente importante se un individuo tende a sviluppare pustole sulle palpebre su una base abbastanza regolare. L’aspetto routinario di una pustola di palpebra può essere un segno di un problema di salute che potrebbe essere trattato con successo prima che altri segni o sintomi inizino a emergere. A seconda della causa sottostante della pustola, i trattamenti possono essere a breve termine o coinvolgere una cura continua.

Quali sono gli effetti collaterali più comuni del mirtillo?

Gli effetti collaterali più comuni del mirtillo sono dolorosi disturbi dello stomaco e diarrea, e bere troppo succo può provocare la formazione di calcoli renali a causa degli alti livelli di ossalato nella bacca. È stato trovato che le persone che hanno un’allergia all’aspirina possono anche essere allergiche al mirtillo e perché la maggior parte dei succhi sono dolcificati, i diabetici devono garantire che siano stati utilizzati dolcificanti artificiali. Ci possono anche essere interazioni negative con farmaci come quelli presi per sottile il sangue e con alcuni che vengono elaborati dal fegato.

I benefici per la salute dei mirtilli sono stati da tempo riconosciuti da esperti nutrizionali. Antiossidanti chiamati fenoli sono presenti nella frutta e questi aiuti nella prevenzione e riparazione di cellule danneggiate. Le proprietà antibatteriche del mirtillo sono arruolate per prevenire e trattare ulcere allo stomaco e infezioni delle vie urinarie. La frutta può essere mangiata fresca o secca, anche succo è disponibile come sono supplementi di mirtillo.

Gli sconvenienti gastrointestinali e la diarrea sono gli effetti collaterali più comuni di mirtilli raccontati, ma questo è di solito associato ad un eccessivo assunzione di succo o integratore. In piccole dosi, non dovrebbe essere tale reazione. Aspirin e mirtilli sono simili in quanto entrambi contengono acido salicilico, il che significa che se sei allergico a uno, è probabile che sarai allergico all’altro. Mentre bere una piccola quantità di succo di mirtillo deve essere sicuro, gli integratori vanno evitati in quanto contengono quantità più concentrate di frutta.

Uno degli effetti collaterali del mirtillo è dovuto al fatto che i mirtilli contengono livelli elevati di ossalato, un composto chimico che si combina con il calcio per formare pietre renali. Ciò richiederebbe la bevuta di una media di un litro di succo di mirtilli al giorno o la presa di integratori per un lungo periodo di tempo, ma se c’è una storia familiare di calcoli renali, è probabilmente meglio evitare i mirtilli solo nel caso in cui .

Il mirtillo può anche avere un’interazione negativa con alcuni farmaci. Il warfarin, utilizzato per rallentare il coagulazione del sangue, può rimanere nel corpo per più tempo e aumentare le probabilità di lividi e sanguinamento quando combinati con l’assunzione di mirtilli. Altri farmaci che interagiscono con il mirtillo comprendono quelli che sono cambiati e suddivisi nel fegato. Gli effetti collaterali del mirtillo in questo caso comportano la diminuzione della rapida riduzione dei farmaci, il che significa che gli effetti e gli effetti collaterali dei farmaci possono aumentare. Ibprofen, diazepam come in Valium e diclofenac come in Voltaren sono alcuni esempi dei farmaci affetti da assunzione di mirtilli in questo modo.

Che cosa è ciclopia?

Cyclopia è una forma complicata e rara di oloprosencefalia. Questa condizione influisce sul modo in cui la parte anteriore del cervello divide mentre il feto sta sviluppandosi. Alcuni bambini con questa condizione hanno poche difficoltà e significative funzioni cerebrali, ma in ciclopia gli occhi non si sono sviluppati normalmente, né hanno il naso. Invece di due occhi, i neonati nati con questo possono avere un solo occhio quasi al centro del viso (come i mitici ciclopi) e un naso che non funziona bene, è quasi assente e può essere posto sopra l’occhio anziché sotto di esso.

La maggior parte dei neonati con questo disturbo non sopravvivono e possono avere altri gravi difetti che renderebbero la sopravvivenza difficile, inclusi i cuori seriamente malformati. Quando questi bambini sopravvivono, possono richiedere una chirurgia ricostruttiva se possibile. Sono inoltre tipicamente presenti con altre condizioni che sono impegnative tra cui ritardo mentale, paralisi e epilessia. L’alimentazione di un bambino con questa condizione può essere anche un duro lavoro, e molti di questi neonati cadono rapidamente in mancanza di prosperare lo stato.

Non sempre è così molto conosciuto sulle cause di questo disturbo. Tuttavia è comunemente notato che può verificarsi quattro volte in 1000 nascite. Questa non è in realtà quella rara, ma molte volte la morte fetale potrebbe verificarsi molto prima del termine completo e i bambini con questa condizione potrebbero non essere notati. Ci sono immagini disponibili in molti luoghi che mostrano i feti conservati con piena espressione dei difetti. Sono facili da trovare, ma non per quelli deboli di cuore.

Una causa potenziale di ciclopia è una tossina trovata nella pianta Veratrum Californicum. Questo può essere scambiato per Hellebore, a cui è collegato. Hellebore è un trattamento a base di erbe per un disagio lieve nei primi mesi di gravidanza. È assolutamente indispensabile che le donne non utilizzino Veratrum Californicum invece perché interferiscono con lo sviluppo e la divisione della parte anteriore del cervello.

Non sono solo gli esseri umani che possono avere problemi con la ciclopia. Si verifica molto spesso nelle popolazioni animali. Ci sono rapporti che i gattini sono nati con sé regolarmente. Inevitabilmente i gattini tendono a non sopravvivere e di solito sono nati morti o muoiono nelle prime ore della vita. Soprattutto con il gattino, il malato che funziona il naso può inibire completamente la respirazione e causare soffocamento. Anche altri mammiferi possono avere questa condizione e spesso non sopravvivono più di pochi giorni dopo la nascita.

Alcune persone sono sopravvissute alla ciclopia, ma è raro. Ci sono preoccupazioni circa la qualità della vita per chi picchia le probabilità ed è in grado di vivere con la condizione. La configurazione molto diversa del volto è purtroppo suscettibile di attirare l’attenzione indesiderata.

Cosa è una frattura verde?

Una frattura vertebrale è un tipo di frattura ossea lieve che è più comunemente visto nei bambini. In questo tipo di frattura, la forza estrema provoca un osso a piegarsi, rompendo in parte, molto come un ramoscello verde quando è piegato. La prognosi di questo tipo di frattura è generalmente buona, con alcune fratture vertebrali che guariscono in appena tre settimane quando vengono tempestivamente diagnosticate e trattate. Molti bambini spezzano un arto in un certo punto a causa della loro vita attiva, e una rottura di verdure è generalmente nulla da preoccuparsi, anche se richiede un trattamento medico.

Una causa comune di una frattura verde è una caduta, in quanto le cadute possono causare un osso piegare ulteriormente di quanto sia capace. Il trauma blunt come un colpo può anche causare una tale frattura. Il nome “greenstick” è veramente apt, perché la migliore illustrazione di questa frattura consiste nel raccogliere un ramoscello e piegarlo, una parte della rottura, generalmente non molto pulita, mentre l’altro lato rimane intero, anche se può essere sottolineato da Il processo di piegatura.

Trattamento di una frattura verde richiede la riduzione della frattura, tipicamente tirando leggermente l’osso e poi spingendolo in posizione per raddrizzarlo. Per assicurare che la frattura guarisce, il medico metterà l’arto interessato in un cast, immobilizzandolo in modo che l’osso possa tornare indietro. I tempi di guarigione per le fratture di questo tipo sono spesso molto rapide e queste fratture non sono tipicamente dolorose come altri tipi di fratture, soprattutto quando la frattura è stata ridotta. Possono essere prescritti farmaci antinfiammatori per ridurre il gonfiore al sito di frattura.

Il rischio principale di una frattura verdastatica è che potrebbe andare indagato. Spesso è possibile mettere peso sull’arto, per esempio, anche se può essere doloroso e la frattura può essere respinta come un semplice colpo duro, con conseguente qualche rigonfiamento ma non dannoso. Se un bambino cade o fa un colpo serio e si lamenta di un dolore che sembra un po ‘estremo, dovrebbe essere portato in ospedale per regolare una frattura verde, in particolare se l’area della lesione si gonfia rapidamente. Il mancato trattamento con la frattura potrebbe causare infezioni molto dolorose e danni permanenti al sito.

La maggior parte delle fratture verdi si guarisce completamente dopo essere stata ridotta e posta in un cast. In alcuni casi, tuttavia, la frattura non si guarisce correttamente, richiedendo l’intervento chirurgico. Questo è estremamente raro, soprattutto quando la frattura è affrontata il più rapidamente possibile e il peso viene mantenuto fuori dall’osso mentre guarisce.

Quali sono i probiotici vaginali?

I probiotici sono una specie di “buoni” batteri normalmente già presenti nel tratto digestivo di una persona e, per le donne, nella vagina. I probiotici combattono contro la crescita eccessiva di batteri cattivi. I probiotici vaginali, in particolare, impediscono la crescita eccessiva di candida responsabile delle infezioni da lieviti. La maggior parte dei probiotici vaginali lo fanno con un buon batterio chiamato lactobacillus. Le donne possono acquistare probiotici vaginali senza prescrizioni, ma perché i probiotici non devono essere usati se sono presenti determinate condizioni sanitarie e le infezioni da lievito ricorrenti possono essere segni di gravi problemi di salute, dovrebbero prima parlare con i loro medici.

Ci sono vari tipi e fonti di probiotici, ma i tipi più comuni di probiotici vaginali sono gli integratori orali e le supposte vaginali. Il modo e lo scopo esatto per cui una donna utilizza questi prodotti dipende dal prodotto stesso e dalle istruzioni fornite. Ad esempio, gli integratori probiotici orali sono di solito progettati per essere presi ogni giorno per aiutare a prevenire le infezioni da lieviti. Alcuni integratori orali possono essere progettati per essere presi più volte al giorno per un certo numero di giorni per alleviare i sintomi e trattare le infezioni da lieviti. D’altra parte, supposte di vagina sono di solito intese essere inseriti nella vagina per un certo numero di giorni al solo scopo di curare o alleviare i sintomi di un’infezione attiva di lievito.

I probiotici vaginali non richiedono prescrizioni. Le donne possono trovare probiotici vaginali over-the-counter presso la maggior parte dei negozi di droga, negozi di salute e benessere, e anche nelle sezioni farmaceutiche di negozi di generi alimentari. Molte aziende vendono questi tipi di probiotici online tramite siti web e alcune catene sanitarie vendono anche i probiotici attraverso cataloghi o tramite telefono. Il prezzo degli integratori probiotici quotidiani progettati per prevenire le infezioni da lieviti è di solito simile al costo di qualsiasi altra bottiglia di integratori. Il costo dei probiotici vaginali per alleviare i sintomi e trattare le infezioni da lieviti attuali è paragonabile, e talvolta meno costoso, rispetto ai tradizionali trattamenti di infezione del lievito.

Anche se i probiotici vaginali sono disponibili senza prescrizione, è una buona idea per le donne parlare con i loro medici prima di iniziare ad utilizzare gli integratori probiotici. Molti professionisti del settore sanitario consigliano a persone che presentano danni esistenti nei loro intestini o una crescita di batteri nei loro intestini per evitare l’uso di probiotici. Anche i probiotici non sono raccomandati per le persone con sistemi immunitari indeboliti. È particolarmente importante per una donna che spera di trovare sollievo da infezioni frequenti di lievito utilizzando probiotici per parlare con il suo medico. Infezioni frequenti di lieviti potrebbero essere un sintomo di una preoccupazione di salute più grave e più grave.